Bcc di Roma, al 30 settembre utile netto a 18,2 milioni

Bcc LogoBcc di Roma, la prima banca di credito cooperativo in Italia, ha chiuso i primi nove mesi del 2015 con impieghi alla clientela per 5,9 miliardi di euro, in crescita del 7% rispetto al 30 settembre 2014 e contro una media del sistema bancario nazionale del +0,2%.
 
Inoltre, la raccolta diretta al 30 settembre 2015 ha raggiunto i 7,9 miliardi di euro, in crescita dell’1,2% rispetto al 30 settembre 2014 e contro una flessione a livello di sistema dell’1,5% (fonte Abi), mentre la raccolta allargata ha raggiunto i 9,3 miliardi di euro.
 
Sul fronte economico, al 30 settembre 2015, il margine di interesse è salito a 126,4 milioni di euro, in crescita del 3,4% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente per effetto sia dell’incremento della forbice tra tassi attivi e passivi sia dell’aumento dei fondi intermediati, e il margine di intermediazione è passato a 180,1 milioni di euro.
 
Bcc di Roma ha chiuso i primi nove mesi del 2015 con un utile netto di 18,2 milioni di euro e un’incidenza dei crediti in sofferenza sugli impieghi lordi pari al 3,9% contro una media del sistema bancario del 9,8%.
 
“Anche i risultati dei primi nove mesi del 2015 – ha dichiarato Mauro Pastore, direttore generale di Bcc di Roma – confermano la bontà della gestione della nostra Banca che si posiziona tra gli istituti più solidi tra quelli di medie dimensioni del Paese. Il nostro tasso di copertura delle partite deteriorate continua ad essere superiore al 40%, un valore più che congruo sia per la bassa incidenza dei crediti in sofferenza sugli impieghi lordi rispetto alla media bancaria, sia per l’ampia presenza di garanzie reali”.
Bcc di Roma, al 30 settembre utile netto a 18,2 milioni ultima modifica: 2015-11-30T18:42:36+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: