Bce, al via il quantitative easing. Programma di acquisti da 60 miliardi al mese

Bce

L’Eurotower di Francoforte, sede della Banca centrale europea

A partire dal prossimo marzo la Banca centrale europea avvierà un programma di acquisti mensili di titoli, inclusi i bond di Stato, per un valore complessivo di 60 miliardi di euro al mese. Il piano dovrebbe concludersi nel settembre del 2016, quando il tasso d’inflazione si dovrebbe avvicinare al 2%, dal meno 0,2% di dicembre.

Se così non fosse, si legge in un comunicato ufficiale, la Bce lascia spazio a una prosecuzione degli acquisti. La cifra complessiva sarà di 1.140 miliardi totali, oltre le aspettative degli economisti, e comprende anche i vecchi programmi già lanciati, che prevedevano l’acquisto di obbligazioni garantite e cartolarizzazioni di prestiti (Abs), come ha specificato Mario Draghi, governatore dell’Eurotower, in conferenza stampa dopo l’atteso board.

Per quanto riguarda i tassi, l’istituto di Francoforte ha deciso di lasciare quello principale di rifinanziamento al minimo storico dello 0,05% e di non toccare le posizioni fissate nel settembre scorso sugli altri tassi: quello sui prestiti marginali e quello sui depositi bancari restano rispettivamente allo 0,30% e al meno 0,20%. Le banche, dunque, continueranno a pagare per tenere ferma la loro liquidità sui conti della Bce, nella speranza che preferiscano erogarla in credito a famiglie e imprese.

Leggi il comunicato della Bce

 

Bce, al via il quantitative easing. Programma di acquisti da 60 miliardi al mese ultima modifica: 2015-01-22T20:02:48+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: