Bce: frenano ad aprile i prestiti bancari

Non si attenuano nell’Eurozona i segni del credit crunch. A rivelarlo sono gli ultimii dati pubblicati dalla Bce sull’andamento dei prestiti bancari nel mese di aprile. Quelli al settore privato (imprese e famiglie) hanno registrato un tasso di crescita annuo pari a +0,3%, in calo rispetto a marzo (+0,6%) e febbraio (+0,8%). Nel dettaglio il tasso di crescita annuo dei prestiti alle famiglie è sceso a +0,5%, a marzo +0,6% e febbraio +1,2%.

Per le imprese si registra +0,5%, in miglioramento rispetto a marzo +0,3%, ma la distribuizione dei prestiti sembra soprattutto soddisfare le esigenze di cassa delle imprese piuttosto che la spesa per investimenti.

In particolare si nota una ripresa del credito a brevissimo a termine (fino a 12 mesi), quello finalizzato a finanziare il capitale circolante, dove si registra un crescita su base annuale dell’1,2%. Negativo (-2,2%) l’andamento dei prestiti con scadenze comprese tra 1 e 5 anni, in rallentamento (+1,1% da +1,6% di marzo) i prestiti oltre cinque anni.

Bce: frenano ad aprile i prestiti bancari ultima modifica: 2012-05-30T12:14:46+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: