Bce: si allenta la stretta del credito

“I dati sulla moneta e sul credito fino a marzo confermano che le condizioni finanziarie si sono sostanzialmente stabilizzate e dunque, in linea con quanto si prefiggevano le misure dell’Eurosistema, che è stata evitata una correzione brusca e disordinata dei bilanci degli enti creditizi”. È quanto sottolinea il bollettino mensile della Banca centrale europea diffuso oggi. “A tale riguardo i risultati dell’indagine sul credito bancario di aprile indicano che l’inasprimento netto dei criteri applicati dalle banche dell’area dell’euro per la concessione di prestiti alle società non finanziarie e alle famiglie è diminuito in misura notevole nel primo trimestre dell’anno rispetto a fine 2011, anche per effetto del miglioramento delle condizioni di finanziamento delle banche”.

Secondo la Bce nell’Eurozona la domanda di credito nel primo trimestre del 2012 è rimasta modesta, riflettendo la debolezza dell’attività economica e il processo di riequilibrio dei bilanci in corso nei settori non finanziari.

Confrontando i dati raccolti tra ottobre 2011 e marzo 2012, gli esperti dell’istituto centrale europeo hanno rilevato un peggioramento del credito alle Pmi. “Per quanto riguarda l’esito effettivo delle richieste di prestiti bancari da parte delle Pmi nel periodo ottobre 2011-marzo 2012, il 13% delle Pmi ha dichiarato di essersi vista rifiutare il credito richiesto (in rialzo dal 10% della precedente rilevazione)”.

Si tratta, sottolineano gli addetti ai lavori, della percentuale più alta dopo il picco del 18% registrato nella seconda metà del 2009.

Bce: si allenta la stretta del credito ultima modifica: 2012-05-10T14:32:47+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: