Bce, tassi fermi e conferma del quantitative easing

BceNella riunione odierna il board la Bce ha deciso di lasciare i tassi di interesse invariati. Il tasso principale resta dunque allo 0%, mentre quello sui depositi resta negativo allo -0,4%. L’Istituto di Francoforte ha inoltre confermato il piano di quantitative easing a 60 miliardi di euro mensili, e si è dichiarata pronta ad ampliarlo in caso di peggioramento del quadro economico.

In un comunicato la Banca centrale europea ha ribadito che i tassi resteranno “a livelli pari a quelli attuali per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l’orizzonte degli acquisti netti di attività”. E ha confermato che “intende condurre gli acquisti netti di attività all’attuale ritmo mensile di 60 miliardi di euro fino alla fine del dicembre 2017, o anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell’evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione”. 

Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha sottolineato che i rischi sulla crescita dell’Area Euro sono in gran parte bilanciati, ma anche che la ripresa è rallentata dal lento tasso delle riforme. In questo contesto il programma di quantitative easing andrà avanti fino a quando la Bce non vedrà un sostenuto aumento dell’inflazione. Gli acquisti saranno a un ritmo di 60 miliardi al mese almeno fino a dicembre. Per il numero uno della Banca centrale europea “dopo un periodo lungo stiamo finalmente sperimentando” una “ripresa robusta”. Adesso “dobbiamo aspettare che i prezzi e i salari seguano. L’area euro ha ancora bisogno di stimoli perché l’ultima cosa che la Bce vuole sono condizioni finanziarie stringenti. L’inflazione non è dove vorremmo e dove dovrebbe essere”. Sull’inflazione la Bce deve essere ”tenace, paziente e prudente”. È necessario “un sostanziale grado” di politica monetaria accomodante.

 

Bce, tassi fermi e conferma del quantitative easing ultima modifica: 2017-07-20T18:27:27+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: