Biella, società di mediazione creditizia accusata di evasione fiscale per 400.000 euro

Guardia di FinanzaUna società di mediazione creditizia operante nel territorio di Biella avrebbe evaso nel biennio 2012-2013 una somma superiore a 400.000 euro. A scoprire l’illecito i finanzieri della compagnia di Biella, che, come riporta la stampa locale, hanno incrociato i dati emersi dal controllo economico del territorio con l’analisi svolta tramite le banche dati in uso al Corpo, rilevando come l’azienda, iscritta negli elenchi dell’Oam, non avrebbe presentato alcuna dichiarazione fiscale nel periodo di riferimento.

“L’ispezione tributaria è risultata particolarmente complicata – hanno spiegato gli agenti della Guardia di Finanza – in quanto la società non aveva istituito le scritture contabili obbligatorie, omettendo, altresì, di presentare le prescritte dichiarazioni, ai fini delle imposte sui redditi, dell’Iva e dell’Irap., per gli anni d’imposta 2012 e 2013, pur svolgendo con continuità la propria attività di agente in prodotti finanziari e di mediazione creditizia, occultando così le provvigioni percepite ed evadendo le imposte in modo totale”.

Biella, società di mediazione creditizia accusata di evasione fiscale per 400.000 euro ultima modifica: 2015-06-17T09:42:49+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: