Bnl, nel I semestre impieghi in crescita dello 0,4%

BNLBnp Paribas ha reso noti i risultati di Bnl al 30 giugno 2016.

In un contesto economico in progressivo miglioramento, si legge in una nota, gli impieghi registrano un leggero aumento rispetto al secondo trimestre 2015 (+0,4%) con una graduale ripresa dei volumi, in particolare nel segmento della clientela individuals. I depositi aumentano del 10%, con una significativa crescita dei conti correnti. Bnl bc ottiene una buona performance nella raccolta indiretta con un incremento, rispetto al 30 giugno 2015, del 10,3% nella bancassurance e del 6,1% nei fondi di investimento.

Il margine di intermediazione è in calo del 6,0% rispetto al secondo trimestre 2015, attestandosi a 749 milioni di euro. Il margine di interesse è in diminuzione dell’8,4%, a causa del persistere di un contesto di tassi bassi e del riposizionamento sulla clientela imprese con migliori prospettive. Le commissioni diminuiscono dell’1,3% a seguito del calo delle commissioni finanziarie, legato al persistere di condizioni sfavorevoli sui mercati azionari, e nonostante l’aumento delle commissioni bancarie. I costi operativi, pari a 433 milioni di euro, diminuiscono del 2,3% grazie all’effetto delle misure di riduzione dei costi. Il risultato lordo di gestione è pari a 317 milioni di euro, con una flessione del 10,5% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Il costo del rischio continua a diminuire (-76 milioni di euro rispetto al secondo trimestre 2015) e si attesta a 126 punti base in rapporto agli impieghi a clientela.

Di conseguenza, dopo l’attribuzione di un terzo dei risultati del Private Banking Italia alla linea di business Wealth Management (divisione International Financial Services), Bnl bc genera un utile ante imposte pari a 65 milioni di euro, con un significativo miglioramento rispetto al secondo trimestre 2015 (+41 milioni di euro).

Per l’insieme del primo semestre, il margine di intermediazione è in calo del 7,5% rispetto al primo semestre 2015, attestandosi a 1.486 milioni di euro. Il margine di interesse è in diminuzione del 9,6%, a causa del persistere di un contesto di tassi bassi e del riposizionamento sulla clientela imprese con migliori prospettive.

Le commissioni diminuiscono del 3,2% a seguito del calo delle commissioni finanziarie, legato alla situazione sfavorevole dei mercati azionari. I costi operativi1, pari a 894 milioni di euro, diminuiscono dell’1,4% grazie all’effetto delle misure di riduzione dei costi. Il risultato lordo di gestione è quindi pari a 592 milioni di euro, con una flessione del 15,3% rispetto allo stesso semestre dell’anno precedente. Il costo del rischio prosegue il suo calo (-123 milioni di euro rispetto al primo semestre 2015) con un progressivo miglioramento della qualità del portafoglio crediti e una riduzione dei crediti deteriorati. Di conseguenza, dopo l’attribuzione di un terzo dei risultati del Private Banking Italia alla linea di business Wealth Management (divisione International Financial Services), Bnl bc registra un utile ante imposte pari a 57 milioni di euro (contro +38 milioni di euro nel primo semestre 2015).

Leggi il comunicato

Bnl, nel I semestre impieghi in crescita dello 0,4% ultima modifica: 2016-08-01T17:46:59+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: