Bnp Paribas, nel 2010 utile netto +34%. Proposto dividendo di 2,10 euro

Nel 2010 l’utile netto di Bnp Paribas è salito a 7,843 miliardi di euro: il 34,5% in più rispetto all’anno precedente. Lo ha reso noto l’istituto di credito, che ha annunciato anche il proposito del consiglio di amministrazione di proporre all’assemblea generale il pagamento di un dividendo di 2,10 euro per azione.

Il cda chiederà che lo stacco della cedola avvenga venerdì 20 maggio e il regolamento mercoledì 25 maggio prossimo.

Nel 2010, primo anno completo di attività nel nuovo perimetro, il gruppo ha realizzato un margine di intermediazione di 43.880 milioni di euro, con un incremento del 9,2% rispetto al 2009 (-0,1% a perimetro e cambio costanti). I costi di esercizio sono stati di 26.517 milioni di euro (+13,6%; +3,3% a perimetro e cambio costanti). Il risultato lordo di gestione è quasi stabile, con 17.363 milioni di euro (+3,0%; -5,1% a perimetro e cambio costanti).

Il calo del costo del rischio (-42,6%, a 4.802 milioni di euro; -50,0% a perimetro e cambio costanti), dovuto al miglioramento del contesto economico, ha consentito all’utile al lordo delle imposte di raggiungere i 13.020 milioni di euro, con un incremento del 44,7% (+36,5% a perimetro e cambio costanti).

Bnp Paribas, nel 2010 utile netto +34%. Proposto dividendo di 2,10 euro ultima modifica: 2011-02-22T08:04:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: