Bper Banca, approvato il progetto di incorporazione di Cr Bra e Cr Saluzzo

Bper Banca LogoL’assemblea ordinaria e straordinaria di Bper Banca ha approvato i seguenti punti all’ordine del giorno:

integrazione, per il residuo del triennio 2018-2020, del consiglio di amministrazione, mediante nomina di un consigliere in sostituzione di consigliere cessato

– progetto di fusione per incorporazione in Bper Banca di Cassa di Risparmio di Saluzzo e Cassa di Risparmio di Bra e aumento del capitale sociale al servizio della fusione per incorporazione di Cassa di Risparmio di Bra.

Al termine dell’assemblea l’amministratore delegato di Bper Banca, Alessandro Vandelli, ha dichiarato: “Vorrei sottolineare il significato di ciò che si è compiuto oggi con l’approvazione, da parte dei soci, dell’incorporazione delle Casse di Risparmio di Bra e Saluzzo nella Capogruppo. Si tratta di un’operazione importante, prevista dal Piano industriale 2019-21, che completa l’ampio progetto di integrazione portato avanti negli ultimi anni, con una serie di Banche via via entrate nel perimetro di Bper. Arriviamo al termine di un percorso che ha valorizzato questi Istituti e le realtà territoriali da essi rappresentate, in cui la clientela ha potuto contare sui servizi qualificati e sulle capacità operative di un importante Gruppo bancario. Ora l’assetto raggiunto è definitivo, con la Capogruppo Bper Banca che conta circa 1000 sportelli e controlla come unica banca commerciale il Banco di Sardegna, il cui focus specifico è sulla regione di appartenenza, dove, con circa 330 filiali, è leader di mercato. La storia della nostra presenza in Piemonte risale al 2006, quando furono acquisite quote di minoranza in alcuni Istituti, che si sono via via rafforzate, fino a diventare quote di controllo e di maggioranza assoluta, e arrivando al 100 per cento nel caso di Cr Saluzzo. Ora si completa il processo di razionalizzazione, valorizzando e mettendo a regime una presenza articolata in tre realtà: Cr Bra, Cr Saluzzo e le filiali a marchio Bper acquisite con l’incorporazione di Unipol Banca. Queste realtà potranno operare in maniera sinergica e coordinata grazie alla creazione della Direzione regionale Piemonte e Liguria, che avrà sede in Piemonte. Guardando alle prospettive tengo a sottolineare un aspetto fondamentale: nel nostro dna di ex Banca popolare il rapporto con i territori, le famiglie e le imprese è da sempre al centro. Ciò accadrà anche in Piemonte, una regione in cui abbiamo creduto e dove intendiamo svolgere e sviluppare ulteriormente questo ruolo al servizio delle comunità”.