BPM: esaminati i risultati dell’indagine sulle promozioni

Nel comunicato stampa del gruppo si legge che “nel corso dei 6 anni in esame, dal 2006 a oggi, sono state effettuate complessivamente 3.799 promozioni, che hanno riguardato 3.041 dipendenti (su circa 6.500 risorse medie di periodo), oltre alla concessione di gratifiche ad personam di cui hanno beneficiato 520 dipendenti”. Numeri che la BPM giudica “in linea con gli analoghi dati a livello di sistema bancario italiano”.

Ecco in dettaglio quanto emerso:

  • 194 promozioni (su un perimetro di 175 dipendenti) e 12 ad personam riguardano categorie del personale citato nel documento pubblicato su La Repubblica;
  • le verifiche effettuate “consentono di escludere una corrispondenza tra i criteri contenuti nel ripetuto documento apparso sulla stampa ed il sistema di promozioni/avanzamenti effettivamente adottato dalla Banca”.
  • In particolare le decorrenze riportate nel documento “non coincidono con quelle adottate e comunque non sono mai inferiori a quelle applicate dall’azienda”;
  • infine, per quanto riguarda le proposte di promozioni/avanzamenti riferite alle categorie di personale citate documento, “si è potuto ricostruire che le relative delibere venivano assunte, a seconda dei livelli, dal direttore del personale e, per i gradi superiori, dal direttore generale”.

Il consiglio di amministrazione e la direzione generale hanno ribadito di non essere mai stati a conoscenza del documento apparso su La Repubblica. Il consiglio ricorda, infine, che “da quando Enzo Chiesa ha assunto l’incarico di direttore generale, non è stata effettuata alcuna tornata di avanzamenti/promozioni”.

BPM: esaminati i risultati dell’indagine sulle promozioni ultima modifica: 2011-10-20T11:29:26+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: