British Bankers’ Association, l’incertezza economica rallenta il mercato dei mutui in Gran Bretagna

David Dooks, statistics director di Bba, sottolinea come “questi dati riflettano i dubbi e le perplessità riguardo alla ripresa dell’economia nel prossimo futuro”.

Il report mostra come l’erogato lordo si sia recentemente mantenuto su buoni livelli, perlopiù grazie alle operazioni di rinegoziazione dei mutui, non certo per l’acquisto di nuove case. Il valore netto dell’erogato a marzo è cresciuto del 2,3%, rispetto allo 0,7% dell’intero mercato dei mutui di febbraio. L’approvazione delle domande per l’acquisto di case è sensibilmente aumentata a marzo rispetto a febbraio, ma registra un 10% in meno in confronto allo stesso mese di marzo del 2010; viceversa l’approvazione delle rinegoziazioni hanno subito una diminuzione pari al 7% a marzo rispetto a febbraio, ma hanno comunque fatto segnare un +1% a/a.

Il valore medio delle case è pari a 145.400 sterline, lo 0,5 in meno rispetto allo scorso anno.

“La debole attività di trading – prosegue Dooks – riflette la sfiducia nelle richieste di nuovi mutui e in molti sono propensi più a restituire il proprio debito che non ad allargare i propri investimenti”. “Anche le grandi compagnie ricorrono meno al capitale finanziario” conclude Dooks.

 

British Bankers’ Association, l’incertezza economica rallenta il mercato dei mutui in Gran Bretagna ultima modifica: 2011-04-28T11:42:29+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: