British bankers association: tornano a calare le approvazioni delle richieste di mutuo

Le approvazioni delle richieste di mutuo per l’acquisto di abitazioni da parte di banche e istituti di credito britannici sono scese a marzo a 31.888, il livello più basso degli ultimi dieci mesi, dopo aver toccato un picco di 37.977 a gennaio. A rivelarlo è la British bankers association (Bba), che ha parlato di un ritorno a una situazione “tendenzialmente normale” rispetto alla media dell’ultimo semestre.

Howard Archer, capo economista della Ihs global insight, ha sottolineato che il numero di approvazioni resta comunque basso rispetto alle serie storiche, e che il dato di marzo riflette il difficile momento che il settore immobiliare sta attraversando. “Il mercato del mattone potrebbe subire gli effetti negativi della notizia diffusa nei giorni scorsi sulla nuova recessione che ha colpito l’economia britannica, che ha già perso lo 0,2% del Pil nel primo trimestre dell’anno”.

Secondo l’esperto “è comunque possibile che nell’immediato l’attività del mercato resti sostenuta e che i prezzi delle case si contraggano grazie alle agevolazioni fiscali introdotte dal governo”; nei prossimi mesi, però, la situazione si deteriorerà: le previsioni della Ihs global insight parlano infatti di una diminuzione di almeno 3 punti percentuale nel prezzo delle abitazioni.

In base ai numero forniti dalla Bba, a marzo il valore lordo complessivo dei mutui ipotecari è stato di 8,3 miliardi di sterline (13,4 miliardi dollari) a marzo, il 6,1% in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, con un livello di rimborso da parte delle famiglie che “rimane levato”.

British bankers association: tornano a calare le approvazioni delle richieste di mutuo ultima modifica: 2012-04-27T11:09:14+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: