Calabria, Tecnocasa: su il mercato immobiliare turistico nel 2010 (+2,8%)

A Scalea, in particolare, è in fase di progettazione il nuovo porto che dovrebbe portare alla riqualificazione dell’area circostante e le quotazioni sono aumentate in seguito alle richieste di coloro che non sono riusciti ad acquistare nelle località vicine. 

Soverato
Nella seconda parte del 2010 le quotazioni immobiliari di  Soverato sono rimaste stabili. La domanda immobiliare si divide equamente tra famiglie alla ricerca della prima casa e turisti in cerca della casa vacanza. I turisti provengono prevalentemente dalla Campania, ma anche da Roma, Bari e dalla Calabria stessa. Si registrano sporadici acquisti da parte di turisti tedeschi, inglesi e danesi. Gli stranieri cercano tagli da 50-55 mq  e sono disposti ad investire cifre medie che oscillano tra 80.000 e 140.000 €. Gli acquirenti italiani tendenzialmente si orientano su una metratura leggermente più grande, compresa tra 60 e 70 mq, situate nei pressi del mare e con uno spazio esterno come  giardino o terrazzo.
L’area centrale, che si trova a ridosso del mare, è quella su cui si concentrano le richieste di seconda casa. In particolare sul lungomare Europa ci sono appartamenti inseriti in contesti condominali degli anni ’60-’70 che possono toccare punte di 3.000 € al mq se posizionati fronte mare. Il centro è stato edificato tra gli anni ’70 e gli anni ’80 ed è composto da palazzine al massimo di 5 piani. Acquistare un appartamento usato costa tra 1.900 e 2.100 € al mq, mentre per soluzioni con vista mare si spendono fino a 2.600 € al mq. Il Centro storico, sorto nei primi anni ’50, caratterizzato da case di pescatori ristrutturate, è richiesto prevalentemente da residenti. Nell’area panoramica sono in fase di completamento i lavori per la realizzazione di nuove villette a schiera e palazzine, la cui valutazione è compresa tra 1.600 e 1.700 € al mq. Continua inoltre lo sviluppo di alcuni comuni nei pressi di Soverato, come ad esempio Montepaone e Davoli, dove si costruiscono villette ed appartamenti valutati 1.400 € al mq.
Il mercato delle locazioni estive registra una buona domanda e per un bilocale di quattro posti letto si spendono 1.200-1.400 € al mese a luglio, 1.800-2.000 € al mese ad agosto e 1.000 € al mese a giugno e settembre.

Scalea
I prezzi delle case a Scalea, nella seconda parte del 2010, hanno subito un incremento: da 800 a 1.000 € al mq per le tipologie usate. La motivazione è da ricercarsi nel fatto che le quotazioni in questa zona erano rimaste sempre molto basse e di conseguenza hanno attirato anche acquirenti che non sono riusciti ad acquistare nelle vicine località di Belvedere e Diamante.
La maggior parte delle compravendite si concentra sulle seconde case, acquistate prevalentemente da turisti campani e laziali. Da segnalare una discreta presenza di acquirenti russi, che in genere acquistano bilocali sui cui investire cifre medie che vanno da 25.000 a 40.000 €. Gli acquirenti italiani cercano piccoli trilocali con giardino o terrazzo, non lontani dal mare e possibilmente con vista. Le zone più ricercate ed apprezzate sono il centro e Baia del Carpino.
Il centro storico di Scalea è di epoca medioevale ed offre soluzioni in palazzi d’epoca con vista panoramica sul mare, apprezzati in prevalenza da turisti stranieri. L’area centrale di Scalea si è sviluppata dagli anni ’80 in poi ed è composta prevalentemente da condomini aggregati in “parchi”.
Via Fiume Lao, via Lauro e corso Mediterraneo sono tra le vie principali del centro. Qui si possono acquistare soluzioni medio usate a 1.000-1.200 € al mq. Più signorile la zona detta Baia del Carpino, in località Petrosa, molto richiesta perché panoramica, verde, tranquilla e perché presenta spiagge private. Nell’area vi sono ville ed appartamenti realizzati negli anni ’80 e acquistare una soluzione in buone condizioni con vista mare costa circa 1.200 € al mq.
Da segnalare che è in fase di progettazione il nuovo porto, che porterà tra l’altro alla riqualificazione dell’area di corso Mediterraneo dove al momento si registrano valori medi di 1.300 € al mq per le soluzioni di nuova costruzione. Chi volesse acquistare soluzioni semi indipendenti può orientarsi nella zona marina del comune di Santa Maria del Cedro, dove è possibile trovare ville bifamiliari, quadrifamiliari e a schiera. I prezzi per le villette a schiera partono da 100.000 € mentre quelli per le villette bifamiliari partono da 120.000 €. Il mercato delle locazioni è attivo solamente nel mese di agosto. Per l’affitto di un bilocale di quattro posti letto si spendono da 1.000 a 1.500 € in base alla vicinanza al mare.

Diamante
Non lontano da Scalea sorge Diamante, dove al momento sono ancora bloccati i lavori per la costruzione del nuovo porto turistico. Qui il mercato immobiliare sembra rallentato dalla bassa propensione dei proprietari ad abbassare i prezzi richiesti e dal budget ristretto dei potenziali acquirenti, che si attesta intorno a 60.000-70.000 €.
Il lungomare di Diamante si divide in due parti: il più vecchio, dove si concentrano soprattutto le attività commerciali, ed il nuovo, dove prevalgono i condomini degli anni ’80 e negli ultimi anni hanno costruito anche delle quadrifamiliari. Le quotazioni medie sono di 1.500 € al mq.
Per quanto riguarda le locazioni estive, per un bilocale di 4 posti letto vengono richiesti a luglio 800-1.000 € al mese, ad agosto 2.000-2.500 € al mese.

Calabria, Tecnocasa: su il mercato immobiliare turistico nel 2010 (+2,8%) ultima modifica: 2011-07-28T12:00:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: