Canada: i prezzi delle case rimarranno stabili fino alla fine dell’anno

“Nonostante il perdurare dell’incertezza dovuta alla crisi finanziaria – ha dichiarato Mathieu Laberge, chief economist a CMHC – fattori come occupazione, immigrazione e i buoni tassi di interesse sui mutui, continuano a sostenere il mercato immobiliare canadese”.

L’ultimo rapporto della Canada Mortgage and Housing Corporation prevede infatti un moderato incremento del mercato nel corso del 2012, anche se altri economisti canadesi la pensano diversamente, ipotizzando addirittura un crollo dei prezzi delle case del 25% entro i prossimi tre anni. A CMHC sono invece dell’opinione che i tassi di interesse resteranno bassi e stabili fino a fine anno, per crescere sensibilmente nel 2012. Non solo ma la Corporation canadese sottolinea come nel primo trimestre del 2011 ci sia stato un picco nelle vendite di abitazioni già esistenti, e una moderata crescita anche nel secondo trimestre così da mantenere l’intero settore vicino ai livelli raggiunti negli anni passati. Per quanto riguarda le nuove unità abitative, CMHC rivela come quest’anno – da una previsione di 179.500 nuove case costruite – si sia arrivati alle 183.200 alla fine del secondo semestre; un dato incoraggiante alla luce anche delle 183.900 nuove unità abitative che si prevedono per il prossimo anno. Nel 2010 erano 189.930.

Il rapporto, però, rivela anche una frenata nella costruzioni di nuove case nei prossimi 3 mesi dell’anno, a eccezioni di specifiche aree territoriali come Ontario e Saskatchewan dove ci sarà una moderata crescita. Nel 2012 tale crescita coinvolgerà anche Alberta, British Columbia and Manitoba.

Come detto, il miglioramento del mercato del lavoro in termini di occupazione e la crescita dell’immigrazione contribuiscono a sostenere il settore immobiliare: proprio l’immigrazione è sempre cresciuta negli ultimi tre anni passando dai 244.644 immigrati presenti nel paese nel 2010 agli attuali 245.900, fino a raggiungere la quota 263.350 prevista per il 2012.

Canada: i prezzi delle case rimarranno stabili fino alla fine dell’anno ultima modifica: 2011-09-09T14:45:59+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: