Canada: il 2012 porterà stabilità al mercato del real estate

Il mercato immobiliare canadese troverà una buona stabilità a partire dal prossimo anno, dopo che una serie di fattori sia positivi sia negativi raggiungeranno il proprio equilibrio: è quanto traspare dal rapporto pubblicato da BMO Capital Markets, tra le più importanti società di servizi finanziari di tutto il Nord America.

Infatti, i bassi tassi di interesse, il calo della disoccupazione e il parallelo aumento dell’immigrazione continueranno a sostenere la domanda di mutui che, però, sarà limitata dell’elevato debito e dalla crescita dei prezzi delle case. È la teoria dell’economista canadese Sal Guatieri, secondo cui le vendite di case saranno stabili per tutto il corso del 2012.

“I prezzi, pur in leggero aumento, dovrebbero mantenersi stabili – ha dichiarato –. Le nostre previsioni ci portano a pensare che non ci saranno grossi scossoni. Tuttavia, le province più ricche, come Alberta e Saskatchewan, potrebbero realizzare una crescita più forte rispetto al resto del paese, quindi è lecito aspettarci dati diversi”.

Secondo il report, diverse aree del Canada oggi vivono una situazione di “moderato” sovrapprezzo del valore delle case, soprattutto a Vancuver, per cui è più che probabile una variazione del trend.

“La recessione di quest’anno, peraltro già prevista da diversi economisti è la minaccia più grave per il mercato del real estate. Non solo, sarebbe pericoloso anche se i tassi di interesse continuassero a mantenersi così bassi o, addirittura, crollassero il prossimo anno” ha osservato Gautieri.

“Infatti, i tassi di interesse attuali potrebbero davvero movimentare il mercato – ha aggiunto Guatieri – e un ritorno alla normalità sarebbe possibile solo in seguito a una successiva crescita degli stessi tassi. Allo stato attuale, molti consumatori si stanno indirizzando verso il variabile, aspettandosi un ulteriore calo dei tassi”.

Gautieri ha osservato che i prezzi delle abitazioni si appiattiranno e resteranno su questi livelli anche nei prossimi mesi, in un mercato che è ancora forte ma per il quale si prevede un rallentamento dei guadagni che interesserà tutto l’housing market.

“Dopo i voli ad alta quota a cui per anni il mercato immobiliare canadese si era abituato – conclude metaforicamente Gautieri – ora è previsto un morbido atterraggio che si completerà il prossimo anno, anche se le turbolenze dell’economia mondiale potrebbero condizionarne l’esito”.

Canada: il 2012 porterà stabilità al mercato del real estate ultima modifica: 2011-10-07T13:10:10+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: