Canada: l’indebitamento delle famiglie tocca un nuovo record

L’indebitamento delle famiglie canadesi ha raggiunto un nuovo record nel secondo trimestre del 2012, aggravando le preoccupazioni per ciò che gli economisti ritengono essere la principale minaccia a una delle economie più solide del mondo. Secondo l’agenzia nazionale Statistics Canada, il rapporto tra i debiti delle famiglie e il loro reddito disponibile è arrivato tra aprile e giugno al 163,4%. Anche le stime relative al primo trimestre sono state riviste al rialzo, portando il valore iniziale del 152% al 161,7%.

Mentre la revisione al rialzo è però di natura tecnica e riflette una variazione nella metodologia adottata dall’agenzia, il dato riferito al secondo semestre non ha mancato di susciatre nuovi allarmi tra gli addetti ai lavori. Ad esempio il rischio di sovraindebitamento è stato definito “senza alcun dubbio elevato” da Glen Hodgson, capo economista del Conference Board of Canada, un think tank con sede a Ottawa. Per Hodgson, “la realtà del nostro Paese non è cambiata: quello che sta accadendo è semplicemente che ora abbiamo un quadro più preciso della situazione”.

Nei mesi scorsi la Bank of Canada ha ripetutamente avvertito che l’indebitamento delle famiglie è tra i più grandi rischi per la stabilità finanziaria del Paese, visto che i consumatori alle prese con una quantità eccessiva di debiti incontrerebbero serie difficoltà in caso di rialzo dei tassi. Un’ipotesi, quest’ultima, che l’istituto, unica eccezione tra le banche centrali dei principali Paesi industrializzati, considera con favore per gli effetti di stabilizzazione che a suo giudizio avrebbe sull’economia canadese.

Il governatore della BoC, Mark Carney, ha dichiarato che la banca vigilerà con attenzione su ogni ulteriore crescita del livello di indebitamento.

 


Canada: l’indebitamento delle famiglie tocca un nuovo record ultima modifica: 2012-10-17T10:48:45+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: