Capitalfin e l’adeguata verifica della clientela

Capitalfin LogoNell’ottica di formazione e costante aggiornamento della rete distributiva, la Capitalfin è impegnata nel quotidiano monitoraggio circa l’osservanza e dunque l’assolvimento da parte dei propri produttori degli obblighi di adeguata verifica della clientela, così come stabilito dall’art.11 del d.lgs. 231/07, e in generale verifica la correttezza del loro operato, il rispetto delle normative e delle procedure alle quali devono attenersi.

L’adeguata verifica della clientela è appunto uno dei capisaldi della disciplina antiriciclaggio insieme alla registrazione-conservazione dei dati e alla segnalazione delle operazioni sospette; difatti rientra tra i fondamentali adempimenti di natura preventiva.

La società provvede a responsabilizzare in modo molto forte e a sensibilizzare i produttori sul necessario rispetto delle disposizioni in materia di contrasto al riciclaggio.

In quest’ottica fornisce costantemente agli addetti alla propria rete di vendita gli strumenti operativi e le procedure che Li assistono nell’esecuzione di ogni operazione, periodicamente appronta specifici programmi di formazione e aggiornamento affinché abbiano adeguata conoscenza della normativa di riferimento e delle connesse responsabilità e siano in grado di utilizzare coscientemente gli strumenti e le procedure d’ausilio nell’esecuzione degli adempimenti.

Tutto ciò al fine di realizzare una corretta identificazione del cliente attraverso una analitica verifica del set documentale, una adeguata acquisizione dei dati fondamentali (indirizzo di residenza, recapito telefonico, eccetera) prima della trasmissione delle operazioni.

La Capitalfin, dunque, impronta la sua gestione organizzativa verso il rispetto delle leggi e direttive e in generale di tutte le prassi generalmente riconosciute. E assicura che i rapporti con gli stakeholder siano improntati a criteri di correttezza, trasparenza, lealtà e soprattutto collaborazione.

Capitalfin e l’adeguata verifica della clientela ultima modifica: 2014-10-24T18:43:11+00:00 da Pubbliredazionale

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: