Capitalfin, precisazioni sulla nuova prova valutativa gestita dall’Oam

Capitalfin LogoA partire dal primo settembre la prova valutativa, prevista per i dipendenti e i collaboratori di cui gli agenti in attività finanziaria ed i mediatori creditizi si avvalgono per il contatto con il pubblico, presenterà contenuti e modalità che sostituiranno integralmente quelli previsti nella circolare n. 5/12. A tal proposito la nuova circolare precisa che, per prendere parte alla prova valutativa, i partecipanti “…abbiano frequentato il corso di formazione professionale…” (Circ.22/15 art.2,c.1a).

Le nuove modalità d’iscrizione negli elenchi tenuti dall’Organismo agenti e mediatori da parte degli operatori proviene da un’esigenza comprensibilmente legittima così come dichiara Flavio Meloni, direttore responsabile di Simplybiz e amministratore dell’omonima società di formazione:  “È comprensibile la motivazione per cui l’Oam ha introdotto queste novità. Non tutti gli operatori si sono finora comportati in maniera corretta rispetto alla normativa e a quanto sancito dall’Organismo stesso. Ma come spesso accade quando si interviene dall’alto e forse lo strumento adottato risulta eccessivo rispetto agli obiettivi che si intendevano raggiungere. Se l’obiettivo era quello di moralizzare gli operatori poco seri bisognava colpire loro, non i collaboratori. D’altra parte, noi enti formatori ci troviamo nella condizione di non poter dare quel supporto aggiuntivo utile al candidato per l’espletamento delle varie incombenze burocratiche, fornendo di fatto un servizio ‘zoppo’”.

L’Organismo a supporto dei nuovi agenti e mediatori  ha fornito e pubblicato sul portale il database dal quale verranno estratte le domande. Il database composto da 3511 quesiti è collocato separatamente rispetto a quello contenente le domande per la prova d’esame per agenti in attività finanziaria. La percentuale di candidati che supereranno la prova dovrebbe essere destinata a ridimensionarsi rispetto al passato, considerando che finora gli “idonei” sono stati quasi la totalità.

Ulteriori precisazioni e chiarimenti consistono nella descrizione di aspetti formali sulla valutazione e sui risultati della prova valutativa.

Il comitato di gestione dell’Oam, almeno 10 giorni prima della data prevista per ciascuna sessione, nominerà una commissione di valutazione composta da un numero compreso tra tre e cinque commissari, oltre a tre membri supplenti, che avrà il compito di avviare le operazioni preliminari, monitorare i candidati connessi accedendo alle immagini e all’audio rilevati durante lo svolgimento della prova, verificare il tempo residuo e lo stato di completamento da parte dei singoli candidati, attestare i risultati finali.

I dipendenti e collaboratori che avranno superato la prova valutativa, qualora dovessero cessare il rapporto di dipendenza o di collaborazione per instaurarne uno nuovo, non saranno tenuti a sostenere nuovamente la prova, fatta salva l’ipotesi che si verifichi un periodo continuativo di inattività pari o superiore a tre anni.

Capitalfin, precisazioni sulla nuova prova valutativa gestita dall’Oam ultima modifica: 2015-09-03T18:10:52+00:00 da Pubbliredazionale

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: