Cariparma FriulAdria e PattiChiari insieme per spiegare l’economia nelle scuole

Che l’economia non fosse una materia facile da affrontare non è certo una novità: a confermarlo l’Indice di Cultura Finanziaria di PattiChiari che nel 2010 si ferma a 4,3 punti – su una scala da 1 a 10.

L’indice è costruito considerando tre parametri: istruzione e preparazione finanziaria, livello di informazione finanziaria e scelte comportamentali e si basa su un’indagine effettuata su un campione di 2.000 famiglie per un totale di 4.200 persone. A preoccupare maggiormente sono i dati che riguardano i giovani tra i 18 e i 34 anni di età che registrano mediamente il più basso livello di cultura finanziaria in Italia, mentre il valore più elevato (4,6) è detenuto, a pari merito, dagli individui in età compresa tra i 35 e i 54 anni e dagli over 54.

Patti Chiari in collaborazione con il Gruppo Cariparma FriulAdria propone anche per l’anno scolastico 2010-2011, nelle scuole primarie e secondarie di ben 19 province italiane (elenco a pag. 3), programmi didattici completamente gratuiti con l’obiettivo di stimolare nei ragazzi un sano interesse verso l’economia e la gestione dei propri risparmi. Per aiutare gli insegnanti è stato rinnovato il sito www.economiAscuola.it – docenti in rete per l’educazione finanziaria, che promuove la diffusione di questa materia nella scuola basandosi su una comunicazione semplice e concreta, pensata specificamente per gli educatori che hanno risposto con entusiasmo all’iniziativa. Ad oggi la community di www.economiAscuola.it è composta da oltre 500 insegnanti che hanno dato vita a 5 differenti blog.

Sono due i percorsi didattici nati dalla collaborazione con Junior Achievement Italia. Per le scuole secondarie di I grado c’è “Io e l’economia”, un progetto che mette a disposizione di studenti e professori gli strumenti per conoscere più da vicino i principi dell’economia e della finanza, grazie alla presenza in classe di esperti di banca che parlano ai ragazzi di questi temi attraverso la propria esperienza di lavoro. Nel corso delle precedenti sei edizioni “Io e l’economia”, che ha debuttato nell’anno scolastico 2004/2005, è stato supportato da 41 banche in 58 città ed ha coinvolto circa 1.000 scuole e 58.000 studenti di 2.500 classi.

Accanto all’impegno verso le scuole secondarie di I grado, il Gruppo Cariparma FriulAdria e PattiChiari affiancano quello verso le scuole elementari con “Our Community”, il  percorso formativo per i bambini delle scuole elementari che, adottando una metodologia didattica innovativa e coinvolgente, permette agli studenti di avvicinarsi al territorio locale, scoprendo in quattro lezioni i comportamenti responsabili che caratterizzano il buon funzionamento di una comunità e le dinamiche economiche di base.  “Our Community”, introdotto per la prima volta nel corso dello scorso anno scolastico è stato supportato da 7 banche in 18 città ed ha coinvolto circa 4.000 studenti di 155 classi.

È importante – ha dichiarato Nicola Generani, responsabile direzione marketing retail private del Gruppo Cariparma FriulAdria – che i più piccoli si avvicinino da subito al mondo del risparmio per non trovarsi poi impreparati. Questa iniziativa è un segnale di forte attenzione ai giovani, ai quali la nostra Banca dedica costante interesse non soltanto con proposte di valore dedicate ma anche con iniziative volte a favorirne crescita culturale e formazione. Oggi la diffusione dell’educazione finanziaria merita attenzione da parte di tutti ed è importante sensibilizzare le nuove generazioni ad un corretto rapporto con il denaro e con la sua gestione, già dai banchi di scuola”.

Cariparma FriulAdria e PattiChiari insieme per spiegare l’economia nelle scuole ultima modifica: 2010-10-07T17:31:41+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: