Carretta, Assifact: “Il factoring ha aumentato i finanziamenti alle imprese mantenendo basse le sofferenze”

Assifact Factoring Logo“Come evidenziato dai dati contenuti nella Relazione Annuale di Bankitalia, il factoring si mantiene su livelli di sostegno alle imprese stabilmente più elevati rispetto agli altri finanziamenti, con un incremento del 9,3% sui 12 mesi registrato a marzo 2017”. Così Alessandro Carretta, professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari all’Università Tor Vergata di Roma e segretario generale di Assifact, l’Associazione che riunisce gli operatori del settore.

“Il factoring, una realtà che in Italia vale il 12% del Pil – ha sottolineato Carretta – ha rafforzato il sostegno finanziario all’economia reale e alla crescita economica del Paese in una fase in cui i prestiti concessi alle imprese da banche e società finanziarie sono rimasti sostanzialmente stabili”.

“Mentre il debito pubblico e i crediti cosiddetti deteriorati, come giustamente sostenuto dal Governatore di Bankitalia, riducono i margini di manovra dello Stato e degli intermediari finanziari – ha aggiunto Carretta -. Il factoring si distingue per una minore rischiosità dei finanziamenti, testimoniata da una percentuale di sofferenze contenuta: solo il 3,4%, come emerge anche dai dati sulla qualità del credito contenuti nella relazione annuale”. 

Articoli che potrebbero interessarti:

Carretta, Assifact: “Il factoring ha aumentato i finanziamenti alle imprese mantenendo basse le sofferenze” ultima modifica: 2017-06-01T14:14:14+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA