Carte di debito: la spesa con tessere Visa in Europa supera per la prima volta i 1000 miliardi di euro

Nonostante il difficile clima economico, si legge in un comunicato, la spesa con carte Visa ha registrato una crescita dell’8% e un volume di spesa di €1.300 miliardi. Questo importante risultato è stato  raggiunto in particolare grazie al +16% del commercio elettronico, il segmento di attività di Visa Europe con il maggiore tasso di incremento. La spesa online su carte Visa in Europa ha toccato quota €200 miliardi (€202mld) per la prima volta e rappresenta il 20’% delle operazioni online transate da Visa. In tutta Europa €1 su €6,75 della spesa effettuata dai consumatori avviene su una carta Visa. Risultati positivi vengono registrati anche in altri comparti Visa come quello delle carte aziendali, con una spesa totale su terminali POS in crescita del 17,6%, e quello delle carte prepagate, con una spesa totale presso i terminali POS in crescita del 18,3%.

Visa Europe, che opera come associazione senza obiettivi di profitto, gestisce un modello operativo dagli alti volumi e minimi costi che fornisce servizi ai propri soci. Per il secondo anno di seguito, Visa Europe nel 2012 ha riportato ricavi per oltre €1 miliardo (€1,11mld) e ha conseguito un margine pre-imposte di €260 milioni, che verrà re-investito in attività operative e contribuirà a migliorare il capitale e le riserve.

Visa Europe ha investito oltre 1 miliardo di euro negli ultimi 6 anni nello sviluppo della propria tecnologia e infrastruttura, creando una piattaforma europea di pagamenti solida e sicura, dalla quale poter fornire la generazione futura di tecnologie di pagamento. L’associazione continua inoltre a garantire la più elevata sicurezza nei pagamenti a consumatori, esercenti e distributori, come dimostra il rapporto frodi-volumi di spesa (0,04%), che ha raggiunto per il secondo anno consecutivo il livello più basso mai registrato in Europa.

Il 2013 segnerà l’ingresso in Europa di “V.me by Visa”, il digital wallet integrato di Visa. V.me by Visa sarà prima introdotto nel Regno Unito, in Francia e in Spagna. Entro il 2020 Visa Europe prevede che un terzo di tutti i consumatori europei useranno il V.me wallet. V.me by Visa permette ai consumatori di portare a temine le transazioni online utilizzando carte di pagamento di diversi circuiti tramite un solo click dopo aver effettuato il login attraverso il browser Internet sui loro smartphone, tablet, PC o portatili. V.me è altamente sicuro poiché tramite la sua tecnologia di protezione dati non fornisce dettagli agli esercenti online ed è supportato da molteplici livelli di sicurezza messi a punto da Visa. Il servizio V.me continuerà a evolversi incorporando altre tecnologie di pagamento Visa, tra le quali le transazioni contactless presso i POS e i pagamenti P2P. Il 2013 sarà caratterizzato anche dal proseguimento dell’espansione dei pagamenti contactless su carta e su dispositivi mobili. Le transazioni contactless in Europa sono quadruplicate nel 2012 e Visa Europe prevede lo stesso tasso di crescita anche per il 2013. In tutta Europa saranno 40 le banche emittenti che entro la fine del 2013 offriranno servizi di pagamenti mobile contactless ai consumatori e, durante l’anno, saranno circa 80 i modelli di smartphone che verranno certificati da Visa per effettuare pagamenti contactless.

Peter Ayliffe, chief executive di Visa Europe ha dichiarato: “Nonostante la difficile congiuntura Visa Europe nel 2012 ha conseguito ottimi risultati dimostrando la solidità del proprio business. “Il comparto delle carte di debito, che rappresenta circa l’80% della spesa su carte Visa, si è mantenuto su ottimi livelli mentre si prevede che il commercio elettronico, il segmento di Visa con il più rapido tasso di crescita, cresca ulteriormente in parallelo alla maturità dei mercati. “I nostri investimenti in tecnologia e sicurezza ci hanno portato diversi benefici: non solo il supporto per fornire il 100% della disponibilità di processing e nel conseguire i più bassi livelli di frode nel 2012, ma anche permettendoci di mostrare i pagamenti mobile contactless ai Giochi Olimpici di Londra. Questi investimenti ci hanno anche consentito di sostenere la diffusione delle nuove tecnologie di pagamento nel 2013″.

I risultati in Italia e le prospettive per il 2013
L’anno appena terminato ha rappresentato un’importante conferma per Visa Europe anche in Italia: nonostante il periodo congiunturale che ha colpito duramente il nostro Paese e causato una forte contrazione della capacità di acquisto, i dati di esercizio 2012 dimostrano un utilizzo sempre maggiore, sempre più frequente e sempre più consapevole delle carte di pagamento Visa. Nell’anno appena concluso, il volume totale di spesa su carte Visa (€46 mln) e il numero di carte Visa (28 mln) riflettono sostanzialmente i numeri dello scorso anno, mentre il numero di transazioni è salito del 5,4%, con 529,6 milioni di operazioni. In particolare il numero delle transazioni presso i terminali POS ha registrato una crescita anno su anno di 5,9%, mentre l’importo medio di transazione presso i POS è sceso del 5,8%.

Questi dati indicano che i consumatori italiani si affidano sempre più alle carte Visa per i loro pagamenti e le usano soprattutto per le spese di piccolo importo ricorrendo sempre meno ai contanti. Nel 2012 il mercato italiano si è contraddistinto ancora una volta nel segmento delle prepagate con 11,6 milioni di carte Visa in circolazione, che hanno registrato volumi totali di spesa per circa 10 miliardi di Euro. In particolare i volumi di spesa delle prepagate Visa presso i terminali POS registrano una crescita a doppia cifra del 12%. Un altro fronte positivo dell’esercizio 2012 nel mercato domestico è quello delle carte aziendali Visa che riporta volumi di attività pari a circa €7 miliardi di spesa, generati da 56,1 milioni di transazioni, con un numero medio di transazione per carta aziendale Visa in crescita del 12,5% rispetto al 2011. Anche questo settore dimostra quindi un maggior interesse e comprensione dei vantaggi offerti dall’uso delle carte nella gestione delle spese di approvvigionamento e T&E a livello aziendale.

Grande successo anche per V PAY, la carta di debito Visa Europe pensata per i consumatori europei, che vede oltre 5 milioni di carte in circolazione e una diffusione sempre maggiore del brand V PAY. Sul fronte del commercio elettronico, così come in Europa, anche il nostro paese registra tassi di crescita a doppia cifra (+14,5%), con uno speso su carte Visa online pari a €3,1 miliardi. 

Il nuovo esercizio vedrà Visa Europe continuare il proprio impegno in Italia nella sostituzione progressiva del contante a favore dei pagamenti elettronici attraverso solidi e continui investimenti in innovazione e in attività di comunicazione, in particolare sul versante dell’uso delle carte Visa per i pagamenti di piccolo importo, con la diffusione dei pagamenti contactless e il lancio dei mobile payments.

Il 2013 vede, infatti, l’ambizioso obiettivo di raggiungere 1 milione di carte Visa contactless in circolazione e 100.000 terminali di accettazione in tutta Italia, oltre che il lancio dei pagamenti mobile Visa Person2Person che rappresentano la nuova frontiera dell’uso delle carte di pagamento elettronico.

Sul fronte delle carte aziendali, Visa ha in programma il lancio di un nuovo prodotto di debito specificamente pensato e costruito per le esigenze delle piccole e medie imprese, ancora una volta dimostrando la volontà di offrire a tutti gli attori del sistema nuove e sempre migliori possibilità di gestione delle proprie spese.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi il comunicato

Carte di debito: la spesa con tessere Visa in Europa supera per la prima volta i 1000 miliardi di euro ultima modifica: 2013-01-22T09:45:34+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: