Case sempre più care e canadesi sempre più indebitati

I prezzi delle case canadesi sono sempre più alti. È ciò che emerge dal recente studio effettuato dalle agenzie immobiliari del Canada.
La Canadian Real Estate Association (Crea) ha preso in esame cinque dei mercati immobiliari più grandi del Canada. E i dati hanno confermato l’aumento, anche se il 5,1% di aumento registrato a febbraio è il più basso dal 2011. Secondo l’indice del Listing Service Housing Price Index (Hpi), il rincaro più alto si è registrato a Toronto con il 7,3 per cento, mentre il più moderato è stato l’1,6% sul mercato immobiliare di Montréal.

Nel frattempo cresce la pressione sul ministro delle Finanze Jim Flaherty perché intervenga, per la quarta volta, sulla questione mutui per tenere sotto controllo il mercato immobiliare canadese e i debiti delle famiglie.
Il ministro ha incontrato agli inizi di marzo gli economisti, che hanno evidenziato come fosse arrivato il momento di dare un giro di vite alla voglia dei canadesi di nuove abitazioni e nuovi debiti.
La Bank of Canada ha affermato in una dichiarazione che i tassi di interesse che “il debito familiare è il rischio domestico più grande”. La scorsa settimana il chief economist Craig Alexander ha esortato il ministro a non aspettare altro tempo e ha suggerito tre opzioni chiedendo a Flaherty di sceglierne una. Tra queste la riduzione del periodo massimo sui mutui a 25 anni, anziché 30.

Case sempre più care e canadesi sempre più indebitati ultima modifica: 2012-03-25T21:06:08+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: