Cassa Risparmio del Friuli Venezia Giulia: si chiude in crescita il 2010

È stato approvato anche il bilancio 2010 della Cassa Risparmio del Friuli Venezia Giulia (Gruppo Intesa Sanpaolo), con dati in crescita sia nel totale dei crediti verso la clientela, con un +2,8% rispetto al 2009, per un totale di 3,9 miliardi di euro, sia per quanto riguarda gli impieghi a medio lungo termine che registrano un +3,7% sullo stesso anno.

In particolare, nel 2010 sono stati erogati 596 milioni di nuovi mutui, di cui 382 milioni sono stati utilizzati dalle imprese, mentre oltre 210 milioni sono serviti per il fabbisogno delle famiglie.

Un sostegno concreto al mondo economico regionale è derivato anche dall’attività Carifvg riguardante l’avviso comune Abi: sono state 841 le domande accolte dalla banca per un debito residuo sospeso di 48,2 milioni che rappresenta una quota del 18% del totale regionale. Si legge poi nella nota del Gruppo: “con l’obiettivo di far partecipare la clientela all’attesa ripresa dei mercati finanziari è stata estesa e migliorata nel corso del 2010 l’attività di consulenza alle famiglie e alle imprese in tema di investimento delle loro disponibilità finanziarie (6,5 miliardi di euro), registrando un incremento del 2,9% nel comparto del risparmio gestito che ha raggiunto 1,7 miliardi”.

La banca ha chiuso l’esercizio con un risultato economico positivo pari a 2,4 milioni di euro (5,3 milioni di euro nel 2009). I proventi netti, nonostante il perdurare dello scenario dei bassi tassi di mercato e della riduzione dei prezzi sui servizi praticati alla clientela, sono risultati pari a 170 milioni di euro con una leggera crescita (+1%) rispetto al 2009. Il risultato della gestione operativa ammonta a 42,2 milioni di euro.

Le rettifiche su crediti ammontano a 34,8 milioni di euro confermando sostanzialmente il dato del 2009. L’indice di rischiosità delle sofferenze (sofferenze nette su impieghi netti) all’1,6% ed il grado di copertura delle sofferenze (rettifiche su sofferenze lorde) al 69,9% confermano la costante attenzione alla rischiosità dei crediti verso la clientela. La solidità della Cassa viene attestata dagli indici patrimoniali che risultano ampiamente congrui rispetto alla normativa di vigilanza. Il Tier 1 ed il Total Capital Ratio si posizionano rispettivamente all’11,8% ed al 12,4%.

La Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia a fine dicembre 2010 è la maggiore banca in Friuli Venezia Giulia con una rete capillare di 151 filiali, di cui 144 retail e 7 imprese.

“Pur nella complessità di un anno difficile come il 2010 ci sono numeri come quelli degli impieghi e del risparmio gestito che danno fiducia – commenta il presidente Giuseppe Morandini – la sfida continua nel 2011 con la serenità di appartenere ad una famiglia ben patrimonializzata come Intesa Sanpaolo che dà solidità, sicurezza, servizi innovativi e sapendo che in Friuli Venezia Giulia c’è un tessuto industriale sano, costituito da grandi imprese di riferimento mondiale e da piccole imprese di eccellenza”.

Positivo anche il bilancio del direttore generale Maurizio Marson: “Nel 2010 ci siamo mossi in due direzioni: da un lato il supporto alle imprese e famiglie in difficoltà, dall’altro abbiamo lavorato per far crescere il sistema produttivo regionale”.

Leggi il comunicato completo

Cassa Risparmio del Friuli Venezia Giulia: si chiude in crescita il 2010 ultima modifica: 2011-04-06T16:16:55+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: