Cerved, nominato nuovo cda

144

Cerved LogoL’assemblea ordinaria e straordinaria degli azionisti Cerved Group, presieduta da Fabio Cerchiai, ha approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2018.

L’ utile di esercizio è stato  di 58.311.740,42 euro il dividendo è di 0,295 euro per azione ordinaria (pari a complessivi euro 57.606.118,81) e il nuovo residuo è di pari  691.393,21 euro.

Distribuzione di parte della riserva sovrapprezzo azioni
L’Assemblea, in sede ordinaria, ha deliberato di distribuire parte della riserva sovrapprezzo azioni per un importo di Euro 1.952.749,79, pari a euro 0,01 per azione ordinaria.

Il dividendo risultante dalla distribuzione di parte della riserva sovrapprezzo azioni insieme alla distribuzione di utili, complessivamente pari a Euro 0,305 per azione ordinaria, verrà posto in pagamento in data 22 maggio 2019 con data di stacco cedola (n. 5) prevista per il giorno 20 maggio 2019 e legittimazione al pagamento (“record date”) in data 21 maggio 2019.

Relazione sulla Remunerazione ai sensi dell’art. 123-ter, comma 6, D. Lgs. N.58/98
L’Assemblea, in sede ordinaria, ai sensi dell’art. 123-ter, comma 6, del D.lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 (il “TUF”), ha esaminato la Relazione sulla Remunerazione e ha espresso parere favorevole sulle politiche di remunerazione dei consiglieri di amministrazione, dei direttori generali e dei dirigenti con responsabilità strategiche descritte nell’apposita sezione della Relazione sulla Remunerazione predisposta ai sensi dell’art. 123- ter del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58.

Approvazione Performance Share Plan 2022-2024
L’Assemblea degli Azionisti di Cerved Group S.p.A., riunitasi in sede ordinaria, esaminata la Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione e le proposte ivi contenute, ha deliberato di approvare, ai sensi e per gli effetti dell’art. 114-bis del D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, l’adozione del piano di incentivazione e fidelizzazione denominato “Performance Share Plan 2022-2024” (il “Piano”) avente le caratteristiche (ivi compresi condizioni e presupposti di attuazione) indicate nella relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione e nel relativo Documento Informativo a disposizione del pubblico e consultabili sul sito internet della Società http://company.cerved.com (sezione Governance, sezione Assemblea degli Azionisti).

Acquisto e disposizione di azioni proprie a seguito di revoca della precedente autorizzazione
L’Assemblea, in sede ordinaria, dopo aver deliberato la revoca dell’autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie, concessa dall’assemblea ordinaria degli azionisti dello scorso 9 aprile 2018, ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione ad acquistare azioni proprie, comunque entro il limite massimo del 5% delle azioni della Società, stabilendo che:
– l’acquisto può essere effettuato entro 18 mesi dalla data della presente deliberazione, in una o più volte, con una qualsiasi delle modalità consentite dalle applicabili disposizioni normative e regolamentari italiane e dell’Unione Europea, nonché delle prassi di mercato ammesse, di tempo in tempo vigenti, da individuarsi, di volta in volta, a discrezione del Consiglio di Amministrazione stesso, anche per il tramite di intermediari specializzati; – delle operazioni di acquisto di azioni proprie sarà fornita adeguata comunicazione in ottemperanza
agli obblighi di informazione applicabili; – il prezzo di acquisto di ciascuna azione non potrà essere né inferiore nel minimo né superiore nel massimo del 10% (dieci per cento) rispetto al prezzo di riferimento fatto registrare dal titolo della Società in Borsa nella seduta precedente ad ogni singola operazione di acquisito e comunque ad un corrispettivo che non sia superiore al prezzo più elevato tra il prezzo dell’ultima operazione indipendente e il prezzo dell’offerta di acquisto indipendente corrente più elevata presente nella sede di negoziazione dove viene effettuato l’acquisto; – gli acquisti di azioni proprie devono essere effettuati utilizzando gli utili distribuibili e le riserve disponibili risultanti dall’ultimo bilancio regolarmente approvato al momento dell’effettuazione dell’operazione, procedendo alle necessarie appostazioni contabili nei modi e limiti di legge.

Le motivazioni per le quali è stata richiesta l’autorizzazione all’Assemblea sono le seguenti:
– dotarsi di un “magazzino azioni proprie”, in conformità alle previsioni del Regolamento (UE) n. 596 del 16 aprile 2014 relativo agli abusi di mercato, del Regolamento Delegato (UE) n. 1052 dell’8 marzo 2016, n. 1052, relativo alle condizioni applicabili al riacquisto di azioni proprie e alle misure di stabilizzazione, nonché alle prassi di mercato di tempo in tempo ammesse, inclusa, a mero titolo esemplificativo, la prassi ammessa n. 2 di cui alla delibera Consob n. 16839 del 19 marzo 2009 notificata a ESMA, che costituisce, tra le altre, oggetto di consultazione, come meglio indicato nel Documento per la consultazione pubblicato da Consob in data 21 settembre 2018, di cui poter disporre per l’eventuale impiego delle stesse come corrispettivo in operazioni straordinarie, anche di scambio di partecipazioni, con altri soggetti nell’ambito di operazioni di interesse dello stesso emittente, nonché offrire agli azionisti uno strumento ulteriore di monetizzazione del proprio investimento eventualmente integrando e/o sostituendo la politica di distribuzione dei dividendi; – adempiere alle obbligazioni derivanti da programmi di opzioni su azioni o altre assegnazioni di azioni ai dipendenti o ai membri degli organi di amministrazione della Società o di società controllate o collegate; – adempiere a obbligazioni derivanti da strumenti di debito convertibili in strumenti azionari.  Con particolare riferimento alla presente richiesta di autorizzazione all’acquisto di azioni proprie, si precisa che tale richiesta non è preordinata ad alcuna operazione di riduzione del capitale sociale.

Nomina del Consiglio di Amministrazione
L’assemblea ordinaria tenutasi in data odierna ha deliberato di determinare in 11 (undici) il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione, fissando in 3 (tre) esercizi la durata dell’incarico; il Consiglio rimarrà pertanto in carica sino all’assemblea che sarà convocata per l’approvazione del bilancio d’esercizio della Società al 31 dicembre 2021.  L’assemblea ordinaria degli Azionisti ha nominato i seguenti 9 (nove) consiglieri della lista presentata dal Consiglio di Amministrazione uscente: Gianandrea Edoardo De Bernardis, Andrea Mignanelli, Sabrina Delle Curti, Fabio Cerchiai, Mara Anna Rita Caverni, Aurelio Regina, Umberto Carlo Maria Nicodano, Andrea Casalini, Alessandra Stabilini. E’ stato poi nominato dalla lista presentata da un gruppo di investitori istituzionali in data 21 marzo 2019 il seguente consigliere (uno) Valentina Montanari. Infine è stato nominato dalla lista presentata da un gruppo di azionisti facenti capo ad Alatus in data 20 marzo 2019 il seguente consigliere (uno): Mario Francesco Pitto.

L’assemblea ordinaria degli azionisti ha altresì deliberato:
– di determinare in euro 950.000 (novecentocinquantamila) la remunerazione complessiva da ripartirsi a cura del Consiglio di Amministrazione a beneficio di ciascun amministratore (inclusi il Presidente e l’eventuale Vice Presidente, qualora non fossero esecutivi) nonché dei componenti i comitati consiliari interni e dell’eventuale lead independent director, nel rispetto dei criteri definiti nella politica di remunerazione adottata dal Gruppo Cerved; – di riconoscere, in aggiunta, un gettone di presenza per le riunioni del Comitato Parti Correlate pari ad Euro 1.000,00 per il Presidente ed Euro 500,00 per gli altri componenti; – di demandare al Consiglio di Amministrazione la determinazione ai sensi dell’art. 2389, comma 3, cod. civ. della remunerazione degli amministratori esecutivi.

Proposta di delega al Consiglio di Amministrazione di aumentare il capitale sociale da assegnare ai beneficiari del Performance Share Plan 2022-2024 L’Assemblea degli Azionisti di Cerved Group S.p.A., riunitasi in sede straordinaria, esaminata la Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione e le proposte ivi contenute, non ha approvato tale proposta.