Cerved, ricavi in crescita dell’11,6% al 30 settembre

27

Cerved LogoIl consiglio di amministrazione di Cerved Group s.p.a. ha approvato i risultati per il periodo chiuso al 30 settembre 2019.

Questi i principali dati emersi:

  • Ricavi: Euro 361,1 milioni, +11,6% rispetto a 323,6 milioni dei primi nove mesi 2018;
  • EBITDA Adjusted: Euro 160,8 milioni, +8,3% rispetto ai 148,4 milioni dei primi nove mesi 2018, con un’incidenza sui ricavi del 44,5%;
  • Utile Netto Adjusted: Euro 83,4 milioni, +16,3% rispetto ad Euro 71,7 milioni dei primi nove mesi 2018;
  • Operating Cash Flow: Euro 122,0 milioni, +13,2% rispetto ad Euro 107,8 milioni dei primi nove mesi 2018;
  • Indebitamento Finanziario Netto Consolidato: Euro 561,2 milioni al 30 settembre 2019, pari a 2,4x l’EBITDA Adjusted degli ultimi 12 mesi


“Nei primi nove mesi del 2019 il Gruppo ha continuato ad ottenere risultati in forte crescita, con i Ricavi che aumentano del 12%, l’EBITDA Adjusted del 8%, l’Operating Cash Flow del 13%, l’Utile Netto Adjusted del 16%, e il rapporto di leverage che cala ulteriormente a 2,4x l’EBITDA Adjusted – ha dichiarato Andrea Mignanelli, amministratore delegato del Gruppo –. I risultati nel terzo trimestre riflettono sia il miglioramento della performance che avevamo previsto per il secondo semestre, in particolare nel segmento Imprese, sia il contributo delle acquisizioni completate nel corso dell’ultimo anno. Prevediamo un andamento favorevole anche nel quarto trimestre, che beneficierà dell’apporto di nuove iniziative, tra cui Cerved Money&GO, la piattaforma fintech di anticipo fatture che abbiamo appena lanciato.

A livello divisionale, Credit Information beneficia dei buoni risultati del segmento Imprese, grazie alla riorganizzazione commerciale e al contributo di MBS Consulting, consolidata a partire del mese di agosto. Anche la divisione Marketing Solutions registra una forte crescita dei ricavi, grazie anche ai cambiamenti organizzativi implementati nel corso dell’anno. La divisione Credit Management continua a migliorare le performance operative cosi mantenendo una traiettoria di crescita marcata, sia organica che derivante da acquisizioni e partnership industriali.

Il Gruppo presenta una solida situazione patrimoniale che beneficia di una forte generazione di cassa e consente al leverage ratio di migliorare ulteriormente al 2,4x dell’EBITDA Adjusted degli ultimi 12 mesi, nonostante il pagamento di Euro 108m tra dividendi e acquisizioni, e beneficiando di Euro 40m di rimborso anticipato del contratto di servicing con Banca MPS.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato di proseguire nel percorso di valutazione delle opzioni strategiche relative alla divisione Credit Management aprendo un processo strutturato volto ad approfondire ipotesi di valorizzazione della stessa mediante cessione o aggregazione con altri operatori del settore”.