Cessione del quinto, presentato emendamento al regolamento sui requisiti patrimoniali delle banche europee

Confidi Confidi Cessione del Quinto Bonifici“Se passerà questo emendamento, lo strumento della cessione del quinto potrebbe diventare un benchmark in Europa per supportare il finanziamento per le famiglie”. Così, Giovanni Sabatini, direttore generale dell’Associazione bancaria italiana (Abi), ha commentato ai microfoni della Reuters la proposta di modifica del regolamento sui requisiti patrimoniali delle banche europee (Crr) in merito ai finanziamenti contro cessioni del quinto, presentata a metà dicembre.

La bozza del testo dell’emendamento sottolinea che la modifica è giustificata dalla bassissima probabilità di default di questo genere di prestiti, che necessitano dunque di minori coperture di capitali rispetto agli altri finanziamenti.

Secondo le stime dell’Abi l’introduzione di questa modifica consentirebbe alle banche italiane di risparmiare quasi un miliardo di euro.

I dati riportati in uno studio di settore aggiornato al 30 settembre mostrano che attualmente il mercato italiano della cessione del quinto ha crediti in circolazione per 16,5 miliardi con circa 1,2 milioni di clienti. Se si ipotizza un CET1 medio di sistema del 13%, con l‘aliquota al 75%, si può calcolare un assorbimento di capitale di 1,6 miliardi. Facendo scendere tale aliquota al 35% proposto, si risparmierebbero 850 milioni.

In questo modo si andrebbe inoltre a ridurre il fabbisogno di mezzi propri e passività richiesto alle banche dal 2019 per il Mrel, il nuovo requisito che impone agli istituti di credito di possedere una dotazione propria per fronteggiare un bail-in.

Cessione del quinto, presentato emendamento al regolamento sui requisiti patrimoniali delle banche europee ultima modifica: 2018-01-22T11:54:42+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: