Cf Assicurazioni lancia “Cf Cose & Casa Più”, polizza per la protezione dell’abitazione

Cf Assicurazioni LogoCf Assicurazioni lancia “Cf Cose & Casa Più”, una nuova polizza per le esigenze di protezione dell’abitazione, dei beni in essa contenuti e del patrimonio in caso di imprevisti e danni a terzi.

Con questa nuova offerta Cf Assicurazioni mette a frutto l’esperienza e la conoscenza del settore immobiliare che derivano dall’appartenenza al Gruppo Tecnocasa, leader europeo nel franchising immobiliare, e infatti “Cf Cose & Casa Più” è stata ideata per offrire la massima tutela ai proprietari e ai locatari di un immobile, anche attraverso le garanzie collegate ai nuovi Rami su cui Cf Assicurazioni ha ottenuto l’autorizzazione all’esercizio a dicembre 2019.

Flessibilità e completezza si distinguono tra le principali caratteristiche del prodotto, che consente di scegliere le sezioni di garanzia da attivare (Incendio, Responsabilità Civile, Furto, Tutela Legale, Assistenza), il livello di copertura e le condizioni aggiuntive, sulla base degli effettivi bisogni, offrendo così coperture sia a tutela dell’abitazione sia della vita quotidiana della famiglia.

Significativa attenzione è stata data alle garanzie da eventi catastrofali quali terremoto, alluvione e inondazione, acquistabili come condizioni aggiuntive, con l’ulteriore possibilità di estendere la responsabilità civile all’utilizzo a fini turistici dell’abitazione, come ad esempio il bed and breakfast.

“Il nuovo prodotto – ha affermato l’amministratore delegato, Michele Cristianoamplia ulteriormente il sistema di offerta di Cf Assicurazioni con particolare riferimento al mercato immobiliare, con l’obiettivo di aumentare le sinergie tra le società del Gruppo Tecnocasa nonché accrescere il numero degli intermediari interessati al sistema di offerta della CompagniaRiteniamo ed auspichiamo che questa nuova iniziativa possa dare un ulteriore contributo per mitigare il fenomeno della sottoassicurazione che caratterizza il mercato degli immobili ad uso abitativo in Italia, fenomeno razionalmente poco spiegabile posto che “il mattone” resta ai primi posti nella scelta di investimento degli italiani, e che una copertura assicurativa completa costa meno di un caffè al giorno”.