Carlo Chidini, presidente Più Mutui Casa: “Vogliamo far crescere la rete puntando su giovani neofiti”

Chidini Più Mutui Casa“Abbiamo chiuso il 2017 con 348 milioni di erogato. Considerato che l’anno precedente eravamo a 260, la crescita è stata del 35 per cento, un risultato che ci ha reso particolarmente orgogliosi. Guardando all’attualità, abbiamo archiviato il primo semestre 2018 con 220 milioni di erogazioni e prevediamo di arrivare a dicembre bissando il successo dello scorso anno”. Carlo Chidini, presidente di Più Mutui Casa, commenta i traguardi raggiunti e illustra gli obiettivi di crescita per il prossimo futuro.

Negli ultimi quattro anni avete registrato una crescita significativa e costante. Riuscirete a mantenere questo trend?
Quello che ci importa, al di là dei numeri, è riuscire a crescere in modo equilibrato e solido. Gli obiettivi che ci diamo di volta in volta sono ambiziosi ma assolutamente realistici. Negli ultimi anni siamo sempre riusciti a fare meglio delle previsioni e speriamo, al netto dei colpi di fortuna e sfortuna che esistono e con i quali si devono fare i conti, di continuare così.

La vostra politica di recruiting prevede di inserire nella rete solo giovani neofiti. Perché una simile scelta?
L’esperienza ci ha insegnato che è più facile formare da zero una persona piuttosto che “riprogrammare” qualcuno che faceva questo lavoro in passato o in altre realtà e che ha sviluppato determinate abitudini poco o per niente compatibili con la nostra operatività. L’investimento iniziale che richiede un neofita è chiaramente più alto ma i numeri che abbiamo fatto e che stiamo facendo ci dicono che si tratta di un costo che viene ampiamente ripagato dai risultati. A questo proposito vorrei sottolineare che riteniamo di avere un erogato medio per collaboratore tra i più alti in riferimento ad altre realtà che operano nello stesso settore.

Come provvedete alla formazione?
La formazione commerciale e tecnica è gestita internamente. Per quella prevista da leggi e regolamenti ci affidiamo a società specializzate.

Su cosa vi concentrerete nei prossimi mesi?
L’obiettivo principale è quello di inserire nuove risorse per allargare la rete. Il nostro business plan prevedeva di arrivare a 200 collaboratori entro dicembre 2019. Dato l’attuale ritmo di crescita, però, raggiungeremo quel numero molto prima. L’anno scorso avevamo 110 collaboratori. Oggi siamo a 155 e per la fine dell’anno dovremmo inserirne altri 30.

Vi espanderete anche a livello territoriale?
Punteremo soprattutto a incrementare la capillarità nelle aree in cui siamo già presenti piuttosto che pensare ad affacciarci sulle poche regioni non ancora presidiate. Meglio avere più uffici in una provincia che per noi è strategicamente rilevante anziché aprirne uno in ogni singola zona solo per “fare presenza”.

Carlo Chidini, presidente Più Mutui Casa: “Vogliamo far crescere la rete puntando su giovani neofiti” ultima modifica: 2018-07-13T16:25:14+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: