Cnp Assurances, l’utile netto 2017 raggiunge i 1.285 milioni, con una crescita del 7%

Cnp Assurances LogoIl Gruppo Cnp Assurances ha registrato nel 2017 un utile netto pari a 1.285 milioni di euro, con un incremento del 7%. Il dividendo proposto è salito a 84 centesimi per azione, in crescita del 5%.

Frédéric Lavenir, amministratore delegato di Cnp Assurances, ha affermato: “Cnp Assurances ha realizzato una performance molto positiva nel 2017. Il netto miglioramento del mix di prodotti e il rigido controllo dei costi hanno determinato un significativo incremento dell’utile netto. Siamo ottimisti per il 2018, grazie al miglioramento del contesto macroeconomico e al rafforzamento delle nostre nuove partnership e delle iniziative legate al digitale”.

Dati chiave

  • Utile netto pari a 1.285 milioni, in crescita del 7,0%
  • EBIT pari a 2.889 milioni, in crescita del 9,5%
  • Indice di solvibilità (Scr) consolidato pari al 190% (rispetto al 177% al 31 dicembre 2016)
  • Il Consiglio di Amministrazione propone di aumentare il dividendo del 5,0%, portandolo a 0,84 per azione
  1. Raccolta premi 2017

La raccolta premi consolidata per l’esercizio è stata pari a 32,1 miliardi, in crescita dell’1,9%.

In Francia, la raccolta premi nei segmenti risparmio/pensione ha evidenziato una flessione, attestandosi a €18,1 miliardi, principalmente in seguito alla cessazione delle sottoscrizioni nell’area risparmio/pensione da parte della nuova Caisses d’Epargne. Il contributo dei contratti unit-linked ha continuato a crescere e nel 2017 ha rappresentato il 20,7% dei premi dei segmenti risparmio/pensione, rispetto al 15,0% del 2016.

La raccolta premi derivante dal ramo rischio/protezione della persona è salita dell’11,4% raggiungendo quota 4,7 miliardi. Tale aumento riflette la crescita dei premi correlati alla protezione della persona e l’ampliamento della distribuzione di prodotti legati alla protezione del credito nell’ambito del Gruppo Bpce.

In Europa, Francia esclusa, i premi incassati sono stati pari a circa 4 miliardi, con un incremento dell’8,6%.

I premi derivanti dal segmento risparmio/pensione sono saliti del 7,7%. Cnp Univredit Vita e Cnp Partners hanno realizzato con successo una rifocalizzazione del mix di prodotti sui contratti unit-linked. Nel corso dell’esercizio, il contributo di tali contratti alla raccolta premi totale nel segmento risparmio/pensione è salito nettamente, passando dal 56,5% nel 2016 al 72,8%.

La raccolta premi derivante dal ramo rischio/protezione della persona è salita dell’11,5%, grazie al +14,3% registrato in particolare nei contratti sottoscritti da Cnp Santander.

In America latina, tutti i segmenti di mercato hanno contribuito alla crescita del 47,4% nella raccolta premi, che ha raggiunto quota €5,3 miliardi.

La raccolta premi in ambito risparmio/pensione è salita del 71,6%. Caixa Seguradora ha continuato a sovraperformare il mercato pensionistico brasiliano, portando la sua quota di mercato all’8,1%, dal 5,9% registrato nel 2016. Nel 2017, i contratti unit-linked hanno rappresentato il 98,4% dei premi totali del segmento risparmio/pensione, rispetto al 97,7% dell’anno precedente. L’afflusso netto di nuovi capitali nei segmenti risparmio/pensione è più che raddoppiato toccando quota €2,0 miliardi, risultato quasi interamente ascrivibile ai contratti unit-linked.

La raccolta premi derivante dal ramo rischio/protezione della persona è salito del 15,0% secondo quanto riportato (8,0% like-for-like), trainata dai prodotti legati alla protezione del credito per i prestiti al consumo e i mutui e dalle polizze legate ai rischi personali.

Le riserve tecniche nette consolidate medie del Gruppo hanno totalizzato €310,1 miliardi, rispetto a €308,7 miliardi nel 2016, mettendo a segno un incremento di €1,4 miliardi (o dello 0,4%).

  1. Principali risultati annuali 2017

I ricavi totali del Gruppo sono aumentati del 7,7%, raggiungendo quota €3.827 milioni.

Attestandosi a €2.889 milioni, l’EBIT è salito del 9,5%. L’utile netto è stato pari a €1.285 milioni, con un incremento pari al 7,0%. L’utile per azione (Eps) è salito del 9,8%, raggiungendo €1,80.

Durante l’Assemblea generale annuale del 27 aprile 2018, il Consiglio di amministrazione proporrà di aumentare il dividendo del 5,0% portandolo a 0,84 per azione (rispetto a €0,80 per azione nel 2016).

Il valore patrimoniale netto Ifrs del Gruppo ha raggiunto €16,5 miliardi o €24,02 per azione (rispetto a €22,97 per azione al 31 dicembre 2016).

L’indice di solvibilità (Scr) consolidato è salito al 190% al 31 dicembre 2017, rispetto al 177% registrato alla fine dell’esercizio precedente, riflettendo la performance dei mercati finanziari nel corso dell’esercizio e il miglioramento del mix di prodotti.

Cnp Assurances e Cnp Partners

Cnp Assurances, con più di 4.700 dipendenti in tutto il mondo, è il colosso assicurativo francese fondato nel 1850, oggi prima compagnia nel settore vita in Francia e quarta in Europa per la protezione della persona, con 36 milioni di clienti nel segmento protezione e 13 milioni di clienti nel segmento risparmio e pensione.

Il Gruppo è attivo in Italia nel settore della bancassicurazione dal 1990 e ha una presenza diretta dal 2002, con attività focalizzate sulla protezione della persona.

Nel 2004 la Società è entrata anche nel mercato spagnolo acquisendo, due anni più tardi, il controllo di Skandia Vida e creando la società Cnp Partners, che dal 2010 offre le garanzie danni dei prodotti di Cnp Barclays Vida y Pensiones, la branch italiana della joint venture tra Cnp Assurances e Barclays Bank.

Dal 2012 Cnp Partners, operando in libera prestazione di servizi, ha integrato la propria offerta nel mercato italiano con prodotti assicurativi di risparmio e investimento e nel 2014 ha aperto la propria stabile organizzazione.

Dal 2016 Cnp Partners ha incorporato anche il portafoglio di Barclays Vida y Pensiones, divenendo così la Società di riferimento in Italia per le attività del Gruppo Cnp Assurances per il mercato aperto.

Cnp Assurances, l’utile netto 2017 raggiunge i 1.285 milioni, con una crescita del 7% ultima modifica: 2018-02-28T16:23:53+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: