Cofidi.it iscritta all’Albo degli intermediari finanziari vigilati

4

Cofidi.it LogoLa Banca d’Italia ha iscritto Cofidi.it nell’Albo degli intermediari finanziari vigilati, autorizzandola alla concessione di finanziamenti nei confronti del pubblico.

“Siamo orgogliosi di aver ottenuto l’iscrizione e lavoreremo sempre nell’ottica di una ulteriore crescita delle imprese nostre socie e dei loro territori.  E’ un risultato che conferma la nostra solidità – ha sottolineato il direttore generale di Cofidi.it Teresa Pellegrino – e che ci consente di dare nuovo slancio all’attività di garanzia di Cofidi.it favorendo la crescita di tante medie, piccole e piccolissime imprese che costituiscono il nostro primario tessuto economico. A loro va il nostro contributo, a loro la nostra azione di sostegno e di garanzia. Sempre attenti alle mutazioni dei territori e delle loro esigenze cercheremo di potenziare le nostre offerte di strumenti finanziari e di prodotti per gli investimenti delle Pmi”.

“La forza del nostro confidi, parte del sistema Cna, affonda le sue radici nelle imprese socie che compongono la nostra società cooperativa – ha aggiunto il presidente di Cofidi.it Luca Celi – siamo cresciuti negli anni grazie alla professionalità, alla preparazione e alla serietà del nostro sistema nell’attività di garanzia. Le micro, piccole e medie imprese, in primo luogo quelle della Puglia, ma anche quelle dei territori della Basilicata, Calabria, Campania e Molise si fidano di noi  e accedono al credito con maggiore facilità. Banca d’Italia ha dato completezza, nei tempi previsti, al procedimento d’iscrizione. Un riconoscimento ben gradito per l’intenso lavoro che abbiamo svolto in questi anni e di cui siamo lieti”.