Compass chiude I semestre 2017-18 con un utile di 160 milioni

Compass LogoCompass ha chiuso il semestre con un utile di 159,5 milioni (122,7 milioni lo scorso anno) dopo maggiori ricavi (+3,7%, da 475,6 a 493,1 milioni), costi stabili e minori rettifiche su crediti (-23,5%).

Il contributo del secondo trimestre, informa una nota, pur scontando maggiori commissioni passive (c.d. rappel di collocamento), conferma i risultati del primo (79,4 milioni contro 80,1 milioni). La crescita del margine di interesse (+5,9% da 408,4 a 432,3 milioni) riflette i maggiori volumi (+5,8%) e la tenuta della marginalità; il calo delle commissioni (-9,5%) è collegato ai rinnovi delle convenzioni di distribuzione. I costi di struttura restano sostanzialmente stabili a 137 milioni con un rapporto costi/ricavi in calo al 28%.

Le rettifiche su crediti di Compass calano del 23,5% (da 159 a 121,6 milioni) e rappresentano un costo del rischio di 204 bps, in ulteriore miglioramento rispetto al 30 giugno scorso (243 bps).

Prosegue l’incremento degli impieghi a clientela che nel semestre si attestano a 12.097,5 milioni (11.750,3 milioni) con un erogato di periodo di 3.346,3 milioni (+7,1%, da 3.125,8 milioni) concentrato su prestiti personali e carte di credito. Le attività deteriorate restano sui minimi storici a 189,4 milioni (1,6% degli impieghi) con un tasso di copertura del 71,8% (pressoché invariato). Le sofferenze nette saldano in 13,3 milioni, rappresentano lo 0,1% (invariato) del totale impieghi e mostrano un tasso di copertura del 93,3%. Nel semestre è regolarmente proseguita l’attività di cessione all’esterno del Gruppo delle partite deteriorate (per un totale di 97,5 milioni).

Compass chiude I semestre 2017-18 con un utile di 160 milioni ultima modifica: 2018-02-09T17:45:57+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: