Comprare casa a Miami è un affare: istruzioni per l’uso

Miami presenta una situazione piuttosto particolare, poiché ha subito notevolmente la crisi economica che ha coinvolto i mercati dal 2007 a oggi. Infatti, a Miami Beach, tra le località più attraenti degli States e ambita meta turistica. “Il calo dei prezzi seguito dalla crisi economica non è stato forte come in altre aree suburbane di Miami, ma ha consentito comunque di fare buoni affari” ha dichiarato Paola Garzoni, real estate manager e architetto che ha fondato a New York LaSeven Real Estate. “Se qualche investitore ha la volontà di acquistare un appartamento – prosegue Garzoni – questo è il momento giusto perché si possono trovare ottime soluzioni anche sulla costa, di fronte alla spiaggia di Miami”. Nel centro di Miami i prezzi delle case sono oggi molto bassi: “Molti proprietari – ha sottolineato Paola Garzoni – avendo comprato casa durante il boom del mercato immobiliare per poi essere costretti a vendere dopo pochi anni, scontano oggi difficoltà nella vendita a causa della concorrenza con i numerosi agenti immobiliari. Non solo, ma anche le banche – per fronteggiare il rischio fallimento – stanno vendendo i propri immobili. A queste vendite si sommano poi i numerosi pignoramenti”. 

Attualmente – ha precisato poi Garzoni – ci sono oltre 15 mila appartamenti disponibili sul mercato, molti dei quali sono ancora invenduti a causa della bassa domanda. Ovviamente, il prezzo al metro quadro è eccezionalmente buono per chi compra”.

Ovviamente ogni investitore, soprattutto straniero, non deve dimenticare che esistono profonde differenze nel mercato immobiliare di una città come Miami rispetto, ad esempio, a New York. Infatti, il modello delle coop tanto diffuso nella Grande Mela è praticamente assente a Miami dove invece sono molto presenti gli appartamenti. A questo si aggiunge il fatto che per i residenti della Florida non esiste un’imposta sul reddito, mentre sono tassati gli immobili: a Miami tale imposta corrisponde al 2% del valore dell’immobile, circa il doppio rispetto a New York. Anche il processo di negoziazione nella trattativa d’acquisto dell’immobile presenta delle differenze tra Miami e NY. A New York il compratore può formulare diverse proposte di acquisto senza impegnarsi in nessun contratto; a Miami invece ogni proposta di acquisto di un immobile prevede un contratto che include un cash deposit per garantire le reali intenzioni di acquisto da parte del compratore.

Comprare casa a Miami è un affare: istruzioni per l’uso ultima modifica: 2011-08-02T09:44:26+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: