Compro oro, iscrizione registro Oam: due convegni dell’Antico per fare chiarezza. A Roma e a Milano il 18 e il 21 settembre

Compro OroIn riferimento agli adempimenti antiriciclaggio, fiscali, amministrativi e in materia di privacy in capo agli operatori compro oro, che risultano ancora di dubbia interpretazione e sui quali gli organismi competenti si sono espressi solo parzialmente, l’Antico, Associazione nazionale tutela il comparto oro, ha organizzato un duplice convegno formativo a Roma (NH Collection Vittorio Veneto) e Milano (Hiltol Hotel), il 18 e 21 settembre.

A partire dal 3 settembre scorso ed entro il 2 ottobre i soggetti dediti alla compravendita di oggetti preziosi usati sono tenuti a trasmettere telematicamente all’Oam l’istanza di iscrizione al Registro degli operatori compro oro previsto dall’art. 3 del decreto legislativo 92 del 2017.

A stabilire i termini a quo e ad quem è stato l’Organismo degli agenti e dei mediatori creditizi che, oltre alla data di apertura delle iscrizioni, con la circolare numero 30 del 26 luglio 2018 ha stabilito l’entità e le modalità di versamento del contributo di iscrizione dovuto da parte degli operatori compro oro (compreso il contributo variabile per ogni sede operativa), determinato in base alla natura giuridica, alla complessità organizzativa e alla prevalenza o secondarietà dell’attività di compro oro.

Nonostante l’attività di preparazione condotta dall’Oam e la pubblicazione delle guide operative consultabili dagli utenti, gli operatori compro oro stanno attualmente riscontrando delle criticità di carattere operativo, tecnico e burocratico che rappresentano a tutti gli effetti un ostacolo ai fini dell’iscrizione al Registro.

Tra le problematiche più frequenti rientrano la determinazione della parte fissa e variabile del contributo, la modifica, l’integrazione, la firma e l’annullamento dell’istanza, nonché il rilascio da parte delle questure dell’attestazione comprovante il possesso e la perdurante validità della Licenza di pubblica sicurezza. Una questione in merito alla quale il Ministero dell’Interno ha di recente sollecitato le autorità di pubblica sicurezza, tenuto conto che la mancata produzione delle “attestazioni” può portare al rigetto da parte dell’Oam dell’istanza di iscrizione.

A.N.T.I.C.O. | SimplyBiz VisibilityAi due appuntamenti organizzati dall’Antico il 18 e il 21 settembre prenderanno parte l’Oam (Federico Luchetti, direttore generale), il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza (Capitano Andrea Giuseppe Famulari e Tenente Colonello Cristiano Palmerini), la Direzione Regionale Lombardia dell’Agenzia delle Entrate (Pietro Giulio Scutifero) e altri rappresentanti istituzionali al fine di esporre le soluzioni pratiche e operative, utili per l’espletamento degli obblighi in capo ai soggetti dediti sia al commercio e alla lavorazione di oro da investimento e materiale d’oro, sia alla compravendita di oggetti preziosi usati.

Consulta il programma dettagliato dell’incontro di Roma

Consulta il programma dettagliato dell’incontro di Milano

Compro oro, iscrizione registro Oam: due convegni dell’Antico per fare chiarezza. A Roma e a Milano il 18 e il 21 settembre ultima modifica: 2018-09-17T13:24:40+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: