Con Confidi 50 milioni per le imprese trentine

18

Credito 11 ConfidiIl cda di Confidi ha approvato, grazie all’interessamento di Confcommercio Trentino, l’istituzione di un plafond di 50 milioni di euro per il rilascio a costi molto contenuti di garanzie a prima richiesta assistite dal Fondo di garanzia per le Pmi (ex L.662/96) a valere di finanziamenti nella forma di mutui con durata massima di 84 mesi.

Le richieste di garanzia che presenteranno i requisiti per l’accesso al plafond beneficeranno automaticamente della riduzione delle commissioni.

Confidi ha inolter ampliato i massimali di rischio assumibile nei confronti del singolo associato e dell’eventuale gruppo di appartenenza, elevati rispettivamente ad 1 milione di euro e a 2 milioni di euro.

“L’obiettivo dell’erogazione dei 50 milioni è quello di sostenere le piccole e medie imprese che non sono prese in considerazione dalla banche per via delle regole stringenti e rigide dettate in primis dalla banca d’Italia, e che quindi faticano ad erogare credito. Regole che sono ancora figlie della grande crisi economica del 2008. Quindi ben vengano queste iniziative che a quanto ne so, per Confidi cominciano ad avere anche un megafono a livello nazionale”, ha sottolineato Giovanni Bort, presidente di Confcommercio.