Condannate quattro banche estere per la truffa sui derivati al Comune di Milano

Deutsche Bank, Ubs, Jp Morgan e Depfa Bank sono state condannate dal giudice di Milano Oscar Magi al pagamento di una pena pecuniaria di un milione di euro a testa per la presunta truffa sui derivati stipulati dal Comune di Milano nel 2005. Il togato ha stabilito anche la confisca di circa 88 milioni di euro alle quattro banche.

Il giudice, oltre a dichiarare responsabili in base alla legge 231 del 2001 i quattro istituti, ha condannato nove persone fisiche, tra manager ed ex degli istituti di credito, a pene comprese tra i sei mesi e gli otto mesi e 15 giorni. Tutte le condanne per i nove imputati sono con sospensione della pena, con il riconoscimento delle attenuanti generiche e con l’incapacità di contrattare per un anno con la pubblica amministrazione.

In particolare è stato condannato Antonio Creanza e Marco Santarcangelo, rispettivamente dipendenti di Jp Morgan e di Depfa, a 8 mesi e 15 giorni e a 90 euro di multa ciascuno, mentre per Tommaso Zibordi (Deutsche Bank) è stato condannato a 7 mesi e 15 giorni e 80 euro. Per Gaetano Bassolino (Ubs) la condanna è di 7 mesi e 70 euro, mentre per Carlo Arosio (Deutsche Bank), William Francis Marrone (Depfa), Fulvio Molvetti (Jp Morgan) e Matteo Stassano (Ubs) alla pena di 6 mesi e 15 giorni di reclusione e 60 euro di multa ciascuno. Alessandro Foti (Ubs), invece, è stato condannato a 6 mesi di reclusione e 50 euro di multa. Gli stessi imputati sono stati dichiarati “incapaci di contrattare con la pubblica amministrazione per un anno”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Condannate quattro banche estere per la truffa sui derivati al Comune di Milano ultima modifica: 2012-12-19T16:41:49+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: