Confidi, a Pisa controlli a campione sui soldi dati alle imprese

Credito 2Nel corso della sua ultima riunione la Camera di commercio di Pisa ha chiarito le modalità di azione sulle verifiche nei confronti dei confidi innescate da un esposto anonimo inviato all’ente e alle forze dell’ordine.

Secondo quanto riferisce il Tirreno, nella lettera, firmata “Un gruppo di imprenditori”, si legge: “Si segnala per le opportune verifiche di competenza, l’utilizzo improprio da parte dei consorzi – cooperative fidi dei fondi destinati ai contributi in conto interessi e alle garanzie per le imprese erogati dalla Camera di commercio. Quanto sopra affinché venga perseguito l’illecito utilizzo del denaro destinato agli imprenditori della provincia sempre più in difficoltà dalla congiuntura economica”.

A seguito della missiva “si è ritenuto opportuno a garanzie del corretto utilizzo delle risorse camerali di avviare operazioni di verifica di carattere ordinario e straordinario sulle quali non appena in possesso degli esiti sarà riferito alla giunta per le opportune valutazioni”, ha spiegato il segretario generale dell’ente camerale, Cristina Martelli, scrive ancora il quotidiano.

I risultati degli accertamenti svolti attraverso l’azienda speciale Assefi, sull’utilizzo dei fondi erogati, sia sulla rendicontazione presentata dalle imprese che sul corretto trasferimento delle risorse dovrebbero arrivare entro la fine di aprile.

Confidi, a Pisa controlli a campione sui soldi dati alle imprese ultima modifica: 2015-03-25T13:04:30+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: