Confidi Friuli, nel 2013 bilancio in avanzo di 575.000 euro

Confidi Friuli LogoL’assemblea di Confidi Friuli ha approvato il bilancio 2013, che si chiude con un avanzo di circa 575.000 euro, importi deliberati per oltre 101 milioni, garanzie in essere per 85,7 milioni, un patrimonio di 24,5 milioni e un coefficiente di solvibilità del 27%.

“Mentre il settore bancario riduce gli impieghi – hanno spiegato i vertici della cooperativa secondo il Messaggero Veneto – noi incrementiamo i volumi, confermandoci supporto fondamentale per il sistema economico in questa fase di estrema difficoltà soprattutto per le piccole imprese”.

In questo contesto, continua si legge ancora sul giornale, il presidente del confidi Michele Bortolussi ha sottolineato che con il mancato sostegno nel corso del 2013 da parte della pubblica amministrazione, e visti gli alti costi sostenuti per il mantenimento dello status di intermediario vigilato da Banca d’Italia, il valore aggiunto del cosiddetto 107, “è un ottimo risultato aver chiuso la gestione operativa con un utile di 575 mila euro e aver contenuto la perdita d’esercizio a 880 mila euro, con tutti gli accantonamento a fronte delle partite deteriorate a carico del nostro conto economico”.

Nel complesso il patrimonio di vigilanza, l’aggregato preso a riferimento da Banca d’Italia per verificare il rispetto da parte dei Confidi vigilati del coefficiente patrimoniale, al 31 dicembre 2013 è pari a 24.553.025 euro, ampiamente capiente per far fronte a tutte le obbligazioni assunte. I volumi delle garanzie (981 per complessivi 101.188.358 euro di affidamenti deliberati), è emerso in assemblea, hanno fatto registrare un incremento dell’11,1% rispetto all’esercizio 2012.

Confidi Friuli, nel 2013 bilancio in avanzo di 575.000 euro ultima modifica: 2014-05-20T19:10:58+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: