Confidi, la giunta regionale siciliana approva delibera per applicazione della “lettera R” del decreto legislativo 112/98

115

Credito 11 ConfidiLa giunta regionale siciliana ha approvato la delibera con cui chiederà alla Conferenza Stato-Regioni l’applicazione anche in Sicilia della “lettera R” del decreto legislativo 112/98, emanato in attuazione della legge Bassanini: la norma prevede che a dare la garanzia alle banche per i prestiti compresi fra 30 e 100.000 euro siano i consorzi di garanzia fidi autorizzati dalla Regione, mentre il Fondo centrale di garanzia (Fcg), Sezione speciale Sicilia, avrà una funzione di controgaranzia, ossia di garante di secondo livello in favore dei confidi.

“Con questo strumento, grazie ai confidi, si potranno allentare le maglie del credito verso le imprese di piccole dimensioni – ha sottolineato il vicepresidente e assessore all’Economia, Gaetano Armao -. La Regione ha approvato la delibera dopo un lungo confronto durante le riunioni del Tavolo tecnico per il credito. Il via libera definitivo sarà dato dalla Conferenza Stato-Regioni. La Regione supera, così, lo stallo durato sei anni, recuperando il tempo perduto e allineandosi alle Regioni italiane più avanzate”.