Confidi, la Sardegna riorganizza il Fondo di garanzia

CreditoSu proposta dell’assessore del Bilancio Raffaele Paci la giunta regionale della Sardegna ha deciso di avviare un percorso per rendere il Fondo di garanzia della Sfirs per le piccole e medie imprese più facilmente utilizzabile da parte dei confidi, estendendolo inoltre alle imprese agricole.

La soglia di accesso al Fondo da parte dei confidi viene riportata da 35 a 10 milioni di garanzie rilasciate. Tra le emissioni obbligazionarie sono compresi anche i minibond e le cambiali finanziarie e fra i soggetti ammessi a richiederne l’intervento rientrano gli “arranger-lead manager” e gli “sponsor”. Inoltre tra le banche finanziatrici vengono inserite le società di leasing e di factoring e gli altri intermediari finanziari, nonché gli Istituti di Moneta Elettronica (Imel), regolarmente iscritti nell’apposito albo tenuto dalla Banca d’Italia.

Contemporaneamente va avanti il percorso di riorganizzazione dei consorzi fidi, iniziato dalla costituzione del Fondo unico da 5 milioni di euro approvato con la manovra finanziaria lo scorso 27 febbraio e seguito da una serie di incontri con i consorzi e con gli assessori coinvolti nella riforma, quelli del Lavoro Virginia Mura, dell’Industria Maria Grazia Piras e dell’Artigianato e Turismo Francesco Morandi, e dalla prima delibera di giunta approvata il 31 marzo scorso. Il disegno di legge inizia ora il suo iter in consiglio regionale. Tre le principali novità: il Fondo unico che sostituirà i precedenti tre, il Fondo di stabilizzazione per prevenire eventuali rischi e l’istituzione dell’Osservatorio confidi.

“Il Fondo di Garanzia Pmi ribadisce il suo ruolo di strumento di contrasto al credit crunch anche in capo a consorzi che grazie alla propria minore dimensione sono in grado di assicurare supporto immediato alle imprese – ha sottolineato Paci, secondo quanto riporta il giornale online Cagliaripad -. Stiamo riorganizzando un sistema che non riesce più a dare risposta alle esigenze delle imprese, e oggi abbiamo sistemato un altro importante tassello razionalizzandolo, modernizzandolo e rendendolo più efficiente per garantire e migliorare l’accesso al credito”. 

Confidi, la Sardegna riorganizza il Fondo di garanzia ultima modifica: 2015-04-23T14:51:12+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: