Confidi Piemonte e Nord Ovest, erogati 155 milioni nel corso dell’anno passato

Confartigianato Fidi Piemonte LogoConfartigianato Fidi Piemonte e Nord Ovest, la principale cooperativa di garanzia parte integrante ed autonoma del sistema associativo Confartigianato Imprese nel Nord Ovest del Paese, ha chiuso il 2013 con un bilancio positivo. Complessivamente, come riporta un articolo del sito del Corriere di Novara, l’entità dei finanziamenti garantiti, deliberati dal confidi nel corso dell’anno appena concluso, ha toccato la soglia di oltre 155 milioni di euro.

“Nonostante i nefasti accadimenti dell’economia nazionale e locale e costretti a far fronte sia alla perdurante stretta creditizia sia alla preoccupante escalation delle sofferenze Confartigianato Fidi conferma il proprio trend virtuoso e il corretto e propulsivo operare necessario a sostenere le imprese artigiane e le piccole medie imprese anche e soprattutto in questi difficili momenti – ha spiegato secondo il goirnale Gianmario Caramanna, direttore generale di Confartigianato Fidi Piemonte e Nord Ovest –. In particolare il dato relativo alle province di Novara e del Verbano Cusio Ossola, principale realtà territoriale per Confidi Piemonte dopo l’area metropolitana di Torino, evidenzia il buon servizio offerto alle imprese associate in sinergia e fattiva collaborazione tra il Confidi e Confartigianato Imprese”.

Ad oggi, sottolinea l’articolo, Confartigianato Fidi opera in tutte le province della Regione Piemonte, a Milano e nella Regione Lombardia, a Genova e nelle province di Savona ed Imperia, nonché nelle aree territoriali limitrofe. Oltre ai collaboratori diretti del confidi operano con specifici contratti anche le società di mediazione creditizia convenzionate ed i referenti credito di Confartigianato (nelle province convenzionate), nonché alcuni procacciatori d’affari (meri segnalatori) selezionati a questo scopo.

Confidi Piemonte e Nord Ovest, erogati 155 milioni nel corso dell’anno passato ultima modifica: 2014-01-23T18:32:57+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: