Confidi Regione Campania, domanda alla Banca d’Italia per diventare intermediario vigilato

Confidi Regione Campania LogoConfidi Regione Campania ha reso noto di voler inviare alla Banca d’Italia la domanda per ottenere lo status di intermediario finanziario vigilato. Il consiglio di amministrazione ha approvato all’unanimità i regolamenti e il piano industriale per il triennio 2014-2016; il patrimonio di vigilanza e i requisiti del consorzio rispondono perfettamente alla normativa vigente e per questo avanzerà la domanda entro il 31 dicembre.

“Giungiamo a questo fondamentale risultato – ha spiegato Giuseppe Calcagni, presidente di Confidi Regione Campania – alla fine di un laborioso percorso di preparazione. Le nuove funzioni ci permetteranno di crescere ulteriormente, di estendere la presenza sul territorio e di migliorare il dialogo con tutti gli associati, garantendo elasticità, capacità di garanzia, velocità nella concessione del credito. Si aprono, insomma, prospettive confortanti. Il potenziamento di Confidi Regione Campania e l’allentamento della stretta creditizia – aggiunge Calcagni -resteranno sempre le missioni prioritarie perché in questi anni abbiamo imparato ad ascoltare le nostre imprese, a capire le loro esigenze, ad affiancarle nel difficile rapporto con il sistema creditizio. Per questo, il consiglio direttivo ha varato un nuovo programma di lavoro che determinerà un cambio di passo nel raggiungimento di quei risultati che tutti insieme abbiamo individuato”.

Confidi Regione Campania, domanda alla Banca d’Italia per diventare intermediario vigilato ultima modifica: 2013-12-23T16:20:43+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: