Confidi Vda, bilancio 2013 in rosso. Garanzie in calo dell’8,8% su base annua

Confidi Vda Logo“L’impatto causato dalla legge regionale 21/2011 di fatto ha emarginato la nostra cooperativa dal servizio di prestazione di garanzie alle imprese”. Per Pierluigi Genta, presidente di Confidi Vda, se il 2013 è stato chiuso con un bilnacio in rosso, la colpa è della Regione e della normativa che da tre anni vincola la concessione di contributi pubblici ai confidi alla loro iscrizione nell’elenco degli intermediari finanziari vigilati,

Una decisione verso la quale il Confidi Vda (ex Confidi Cts, non iscritto) ha presentato un ricorso al Tar, rigettato lo scorso maggio, e poi un appello in Consiglio di Stato.

“L’operatività 2013 della cooperativa è stata caratterizzata da un calo dei costi operativi quale risultato di un’accresciuta attenzione al contenimento generale dei costi”, ha spiegato Genta, aggiungendo che “sono calati purtroppo, anche sensibilmente, i proventi derivanti dall’attività tipica della cooperativa, ossia i ricavi derivanti dalla concessione delle garanzie consortili quale conseguenza della riduzione sia dei flussi operativi sia dello stock”.

Il flusso di nuove garanzie erogate nel 2013 si è attestato a 7 milioni 953 mila 146 euro, in calo dell’8,8 per cento rispetto all’anno precedente, mentre lo stock di garanzie in essere alla fine dello scorso dicembre riportava un saldo di 31 milioni 891 mila 659 euro (-15,7 per cento).

Nella relazione firmata da Genta che accompagna il bilancio 2013 si può leggere che “l’ostracismo di Confidi Cts Vda da parte dell’amministrazione regionale non trova alcun riscontro normativo. Occorrerebbe che il legislatore regionale rivedesse le motivazioni che hanno indotto a determinare la disciplina che continua a penalizzare, oltre che la cooperativa, centinaia di imprese valdostane”.

Confidi Vda, bilancio 2013 in rosso. Garanzie in calo dell’8,8% su base annua ultima modifica: 2014-07-16T17:24:53+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: