Consob, Isvap e Bankitalia chiedono alle società, banche e assicurazioni attenzione alla trasparenza nei bilanci

Economiaemercato.it – Arriva un monito severo e preciso per le società quotate, compagnie assicurative, banche e finanziarie da parte di Banca d’Italia, Consob e Isvap per la massima trasparenza sui bilanci 2009.

 

Il monito arriva dopo che nei bilanci del 2008 si sono evidenziate “talune carenze nella aree informative che risultano più sensibili all’impatto della crisi”.  Le tre autorità non impongono nuovi obblighi informativi, oltre quelli già previsti dagli Ias, ma chiedono ai dirigenti delle società relazioni finanziarie “idonee a rappresentare in maniera chiara, competa e tempestiva i rischi e le incertezze cui le società sono esposte, il patrimonio di cui dispongono per fronteggiarli, la loro effettiva capacità di generare reddito”.  In realtà anche lo scorso anno Mario Draghi, Lamberto Cardia e Giancarlo Giannini, avevano presentato un documento molto simile nelle richieste e nelle indicazioni ma in particolare sul fronte delle previsioni ci sono ancora molte incertezze; per questo le autorità hanno deciso di dare indicazioni chiare circa la trasparenza.  Le indicazioni sono incentrate su tre precisi punti: la valutazione dell’avviamento, delle attività immateriali e delle partecipazioni.  Il documento indica poi la necessità di segnalare con precisione i titoli di capitale classificati come disponibili per la vendita.  Un terzo e fondamentale punto riguarda la classificazione delle passività finanziarie quando non vengano rispettate le clausole contrattuali che determinano la perdita del beneficio del termine.

Consob, Isvap e Bankitalia chiedono alle società, banche e assicurazioni attenzione alla trasparenza nei bilanci ultima modifica: 2010-03-04T18:36:35+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: