Consulenza finanziaria, Aifin: puntare su qualità del servizio per differenziarsi dalla concorrenza

Il concetto di consulenza evoluta dovrà essere arricchito di contenuti per far percepire al cliente il valore e la qualità del servizio stesso nonché gli elementi di differenziazione non solo rispetto al servizio offerto in precedenza ma anche rispetto all’offerta della concorrenza.

Lo studio
La ricerca ha beneficiato anche del sostegno di Dedagroup, gruppo industriale che opera nel mercato Ict offrendo soluzioni applicative e competenze distintive per la realizzazione di piattaforme personalizzate al servizio della consulenza finanziaria e delle attività di private banking. E si basa sull’analisi dello sviluppo del servizio di consulenza risultante dalle risposte fornite a un questionario da un campione di 24 intermediari bancari e finanziari.

Il prezzo
La definizione del pricing del servizio rappresenterà uno degli aspetti più critici in futuro, perché esso influenza la valutazione del servizio da parte del cliente in termini di costo/qualità percepita e la sostenibilità economica del servizio offerto. “Molti dei senior manager intervistati evidenziano, infatti, il rischio che il cliente possa non percepire il value for money del servizio di consulenza a pagamento, soprattutto se non sono evidenti le differenze rispetto al servizio offerto in passato” ha dichiarato Sergio Spaccavento, presidente di Aifin.

La fiducia e i rapporti con le banche
L’indipendenza dalle fabbriche prodotto e la relativa trasparenza delle logiche di remunerazione rappresentano un elemento fondamentale per garantire che non ci siano conflitti di interesse. “Le banche che credono nello sviluppo del servizio di consulenza, anche a pagamento, si stanno muovendo correttamente in questa direzione” ha aggiunto Spaccavento. Nel determinare l’offerta di servizi di consulenza evoluta risulta fondamentale definire e gestire i driver su cui sarà percepita e valutata la qualità del servizio da parte della clientela: “Se per le banche private lo sviluppo di un servizio di consulenza a valore aggiunto è quasi una evoluzione naturale del proprio modello di servizio, per le banche commerciali e le reti di promozione finanziaria, invece, rappresenta un importante cambio culturale”.

Consulenza finanziaria, Aifin: puntare su qualità del servizio per differenziarsi dalla concorrenza ultima modifica: 2010-12-03T10:06:14+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: