Consulta nazionale antiusura: quintuplicate in dieci anni le famiglie sovarindebitate

Tra il 2000 e il 2010 sono quasi quintuplicate le famiglie italiane sovraindebitate, mentre dal 2008 ad oggi le banche hanno raddoppiato i rifiuti opposti alle richieste di prestiti. A lanciare l’allarme su una delle conseguenze più drammatiche della crisi che il Paese sta attraversando è la Consulta nazionale antiusura, che sottolinea come già nel 2010 fossero oltre un milione e 200.000 i nuclei familiari a rischio strozzinaggio, un numero pari al 5% del totale, con una situazione che è andata ulteriormente aggravandosi nell’ultimo periodo.

Secondo gli esperti della Consulta, in oltre il 20% dei casi la spirale di indebitamento progressivo che porta una famiglia a ricorrere a uno strozzino viene ad essere innescata dalle difficoltà dovute all’avvio o alla crisi di attività commerciali o artigianali; nel 17% è originata da spese mediche inattese; nel 15% dalle difficoltà di pagare il mutuo; nel 3% dalla dipendenza patologica nei confronti del gioco d’azzardo.

“L’indebitamento e il deficit economico delle famiglie appaiono in questi ultimi tempi ancora più gravi rispetto al 2010 e le previsioni per il futuro non sono incoraggianti”, ha monsignor Alberto D’Urso, segretario della Consulta. “Oggi soltanto il 38,7% delle famiglie italiane riesce a risparmiare, il 46,2% ha iniziato a intaccare i propri risparmi e la percentuale di chi giudica sufficiente il proprio reddito per il mantenimento del tenore di vita è al minimo storico: 45,7%”.


Consulta nazionale antiusura: quintuplicate in dieci anni le famiglie sovarindebitate ultima modifica: 2012-06-27T10:05:15+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: