Cosa cambia per i Mediatori Creditizi e gli Agenti in Attività Finanziaria con il D. Lgs.141/2010? MFC organizza un workshop

MFC ha organizzato un workshop per approfondire gli impatti che il D. Lgs. 141/2010 avrà sull’attività degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. L’appuntamento è per il 23 febbraio, dalle 15 alle 18, a Milano in Via della Moscova 18.

Per i mediatori e gli agenti si tratta di una vera e propria opportunità per incontrare gli Specialisti che illustreranno i maggiori cambiamenti della nuova normativa, entrata in vigore il primo gennaio 2012.

Gli argomenti scelti per Voi:

  • L’impatto sull’operatività dei Mediatori Creditizi della Nuova Normativa
  • Trasformarsi in Società o diventare Agenti?
  • Il ruolo dei Collaboratori
  • Cosa cambia per gli Agenti in Attività Finanziaria
  • La nuova regolamentazione impone un nuovo modo di lavorare

La prima ora e mezza del workshop sarà dedicata al nuovo contesto legislativo e alla valutazione dell’impatto che avrà sugli addetti ai lavoro nello svolgimento della loro attività professionale. Nella seconda parte del pomeriggio, invece, i partecipanti avranno l’occasione di poter a rivolgere ai relatori le proprie domande e chiedere chiarimenti circa le numerose novità che il D. Lgs. 141/2010 porterà nel mercato della mediazione creditizia.

Tra gli altri, interverranno Eustacchio Allegretti, Amministratore Delegato Big, Presidente Assomea e esperto del ruolo dei mediatori creditizi, e Giandomenico Carullo, Vicedirettore Generale Creacasa (Gruppo Credem) e specialista del ruolo degli agenti in attività finanziaria.

Il workshop sarà moderato da Marcella Frati e avrà un costo di 60 euro (Iva inclusa). Per l’iscrizione e per qualsiasi informazione rivolgersi a Luigi Borghi ([email protected]) o telefonare allo 02 38236757/8.

Cosa cambia per i Mediatori Creditizi e gli Agenti in Attività Finanziaria con il D. Lgs.141/2010? MFC organizza un workshop ultima modifica: 2012-02-06T16:24:02+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: