Covid-19, ConfeserFidi: dalla Cassa depositi e prestiti 140 milioni per sostenere la campagna olearia

Confeserfidi LogoC’è tempo fino a dicembre 2020 per richiedere gli aiuti statali finalizzati al rilancio della filiera olivicola nazionale e al sostegno della prossima campagna olearia italiana in funzione anti-Covid. Su iniziativa del Ministero delle Politiche agricole, la Cassa depositi e prestiti, attraverso la “Piattaforma garanzia olio” di Borsa merci telematica italiana, online su www.web.bmti.it/olio, dedicata a ricevere le manifestazioni di interesse, mette a disposizione delle organizzazioni di produttori di olio d’oliva e di olive da mensa italiane e delle relative associazioni un fondo di garanzia di oltre 6,9 milioni di euro, controgarantito dal Ministero e gestito dal consorzio fidi ConfeserFidi, per facilitare l’accesso a finanziamenti bancari di importo compreso fra 50.000 e 2,5 milioni di euro ciascuno per una durata fino a 12 mesi, assistiti da una garanzia aggiuntiva per l’80% prestata da ConfeserFidi.

Il totale di prestiti attivabili, spiega unanota, ammonta a oltre 140 milioni di euro. Tali somme possono essere impiegate come attivo circolante per l’acquisto di scorte di olio e di olive “made in Italy” presso i piccoli conferitori e produttori soci.

L’incentivo consentirà alle organizzazioni di produttori e alle relative associazioni di acquistare maggiori quantitativi di olio e di 
olive con l’obiettivo di incrementare la produzione, di promuovere i prodotti e di rafforzare la filiera nazionale.

In questo particolare anno, lo strumento vuole anche servire a potenziare i risultati della prossima campagna olearia e a contenere 
prevedibili squilibri di mercato sotto l’influenza dell’emergenza Covid-19, nonché a favorire il rilancio delle attività di un comparto 
già fortemente colpito da una campagna 2019 sfavorevole e dalle conseguenze economiche della pandemia, che ha provocato un forte calo 
di vendite al dettaglio durante il “lockdown”.

Le organizzazioni e associazioni, dopo avere inviato la manifestazione di interesse sulla piattaforma di Bmti, devono richiedere il 
finanziamento su www.confeserfii.it/prodotti/garanzia-fidi/piattaforma-garanzia-produttori-olio/ o telefonare al numero 0932834400.

“È assolutamente fondamentale per la tenuta della filiera olivicola nazionale – ha spiegato Bartolo Mililli, amministratore delegato di ConfeserFidi – che tutte le organizzazioni e associazioni attivino al massimo della loro capacità questo incentivo. Lo scorso anno a causa 
della carenza di prodotto e di negative prospettive di vendita, solo 5 organizzazioni (di cui due nel Lazio, una in Puglia e due in Sicilia) 
hanno richiesto finanziamenti per un totale di 1,27 milioni di euro. Davvero troppo poco per questa formidabile ‘potenza di fuoco’ che 
Ministero e Cdp hanno messo a disposizione. Ad oggi è l’unica concreta possibilità di rilancio di una filiera che, indebolita dalla 
congiuntura avversa, se non attinge al sostegno pubblico rischia di essere sopraffatta dalla spietata concorrenza estera. Per questo lancio un appello a tutte le organizzazioni e alle loro associazioni, affinché utilizzino al massimo la ‘Piattaforma garanzia olio’”.