Credem, nel 2014 prestiti a famiglie e imprese su del 7,9%

Credem LogoIl consiglio di amministrazione di Credem ha approvato nella seduta odierna i risultati individuali e consolidati preliminari del 2014. L’esercizio si è chiuso con un utile netto di 151,77 milioni di euro, in aumento del 31% rispetto ai 115,85 milioni realizzati nell’anno precedente.

L’utile per azione è pari a 0,46 euro. Il risultato di gestione è cresciuto a 413,5 milioni di euro, rispetto ai 382 milioni del 2013.

In aumento anche il margine di intermediazione, passato da 995,3 milioni a 1,07 miliardi di euro (+7,3%).

A fine 2014 il Common Equity Tier 1 sulla base dei parametri di Basilea3 si era attestato a 11,1%.

Sempre a fine 2014 gli impieghi alla clientela ammontavano a 21,51 miliardi di euro, mentre i crediti problematici erano saliti a 797,4 milioni di euro, dai 788,4 milioni di inizio anno.

Gli impieghi, al netto dei pct con controparti centrali, sono in crescita del 7,9% a/a (vs -1,8% a/a a livello di sistema) e si attestano a 21.508 milioni di euro rispetto a 19.938 milioni di euro nel 2013 con costante attenzione alla qualità del portafoglio. Al lordo dei pct con  controparti centrali, i crediti verso clientela sono pari a 21.695 milioni di euro (+8,8% a/a). Nel dettaglio i mutui ipotecari alle famiglie registrano flussi erogati pari a 738,4 milioni di euro (+54% a/a) e consistenze per 6.234,8 milioni di euro (+1,8% a/a).

Nel 2014, in un contesto di perdurante complessità economica, il Gruppo ha continuato a sostenere l’economia nazionale con i prestiti a famiglie ed imprese(1) in crescita del 7,9% a/a rispetto ad un sistema in contrazione dell’1,8%(4) con un incremento dello stock in valore assoluto di oltre 1,5 miliardi di euro. L’aumento dei prestiti è avvenuto con costante attenzione alla qualità degli attivi ed alla solidità patrimoniale; il rapporto tra sofferenze nette ed impieghi è pari ad 1,55%. Sono in progresso anche la raccolta da clientela, +10,6% a/a con una crescita in valore assoluto di oltre 5 miliardi di euro e, al suo interno, la raccolta gestita, +14,3% a/a. Particolarmente positivo l’andamento delle commissioni da gestione, intermediazione e consulenza in progresso del 14,3% a/a con un apporto di 254,1 milioni di euro. L’utile netto consolidato è in aumento del 31% a/a a 151,8 milioni di euro. Il Gruppo ha proseguito anche nella strategia di investimenti per la crescita e sviluppo della clientela e delle quote di mercato con 107 mila nuovi clienti. Sono state infine 245 le nuove assunzioni di cui il 70,2% al di sotto dei 30 anni con una crescita dell’organico del 2,4% nel corso del 2014.

Leggi il comunicato

Credem, nel 2014 prestiti a famiglie e imprese su del 7,9% ultima modifica: 2015-02-18T18:32:48+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: