Crédit Agricole, presentato il nuovo piano a medio termine 2019-2022

235

Crédit Agricole Cariparma logoCrédit Agricole ha presentato il nuovo piano a medio termine 2019-2022.

Il Gruppo ha formalizzato la sua Ragion d’essere, “Agire ogni giorno nell’interesse dei nostri clienti e della società”, e conferma così il suo modello di banca universale di prossimità, basato su un modello relazionale unico, articolato in tre assi:

  • L’eccellenza relazionale: per essere all’avanguardia in materia di customer satisfaction, diventando la banca preferita della clientela individuale, delle aziende e degli investitori istituzionali;
  • La responsabilità nella prossimità: per accompagnare la digitalizzazione offrendo ai clienti competenza umana, responsabile e accessibile;
  • L’impegno sociale: amplificare il vincolo cooperativo per consolidare la propria posizione di leader europeo dell’investimento responsabile

Tre leve per il nuovo piano a medio termine:

  • Crescita in tutti i nostri mercati con l’obiettivo di essere primi nell’acquisizione clienti;
  • Sinergie di ricavi per raggiungere 10 Mld€ nel 2022;
  • Trasformazione tecnologica per una maggiore efficienza, con un budget dedicato di 15 Miliardi di euro su quattro anni.

Per quanto riguarda il Crédit Agricole in Italia:

  • In Italia CA è presente con tutte le business lines (15 Entità), in piena coerenza con la strategia globale di CA saranno tre le parole chiave su cui ci si concentrerà: Cliente, Sinergie e Innovazione.
  • CA in Italia ha generato nel 2018 circa 800 € mln di utile netto (di cui 600 mln di pertinenza del Gruppo);
  • L’obiettivo è di raggiungere nel 2022 1 miliardo di ricavi da sinergie (con un Cagr di +5% in arco piano) grazie all’ulteriore sviluppo del cross selling e alla piena collaborazione tra le entità del Gruppo per fornire ai nostri clienti privati e imprese un’offerta sempre più completa di servizi
  • Il piano prevede di arrivare in Italia complessivamente oltre i 3,9 miliardi di Ricavi nel 2022 (Cagr +3% in arco piano), mantenendo un Cost-Income di eccellenza pari a circa 50%;
  • Il contributo dell’Italia all’Utile Netto del Gruppo è previsto in crescita, coerentemente con gli importanti investimenti fatti in Italia negli ultimi 2 anni: il target 2022 è di raggiungere un Utile Netto di pertinenza del Gruppo di circa 800 € mln, che permetterà di accrescere il peso dell’Italia sul totale Gruppo Crédit Agricole SA dal 13% al 17%;

Per il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia:

Sviluppo di un modello ancora più dedicato e specializzato per fornire competenza, consulenza e personalizzazione con 500 nuovi gestori dedicati (Premium, Consulenti Finanziari, Private)

Innovazione omnicanale / Trasformazione industriale:

  • Nuove piattaforme digitali “mobile”
  • Digital Factory / Credit Factory per digitalizzazione dei principali processi “core” con obiettivo di recuperare il 15/20% del tempo commerciale;
  • Lancio dei Village in Italia (dopo Milano già aperto a fine 2018 ulteriori aperture a Parma, Venezia, Napoli)

Principali iniziative su “persone” e sociali:

  • Creazione di un’Accademia Digitale dedicata alla Formazione dei Dipendenti sui temi della centralità del Cliente;
  • Utilizzo dello Smart Working per il 50% del personale (escluso personale di Rete)
  • Sviluppo di una Piattaforma di crowdfunding a supporto di iniziative sociali (Etica);
  • Creazione un centro di competenza dedicato all’economia sociale e allo sviluppo di Progetti di Economia Circolare

Il Gruppo è composto, oltre che dal Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, anche dalle società di Corporate e Investment Banking (Cacib), Credito al Consumo (Agos, Fca Bank), Leasing e Factoring (Crédit Agricole Leasing e Crédit Agricole Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi, Caceis), Assicurazioni (Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance) e Wealth Management (CA Indosuez WM, Banca Leonardo e CA Indosuez Fiduciaria).

Giampiero Maioli è il responsabile del Crédit Agricole in Italia (Senior Country Officer per l’Italia di Crédit Agricole).