Credito al consumo, dalla Commissione Ue una proposta per rivedere la disciplina

Credito 11 Confidi Organsimo confidi minori OcmEstendere e rinforzare i diritti e le tutele dei consumatori dell’Unione europea. È con questo obiettivo che la Commissione Ue ha presentato una proposta per rivedere le norme che disciplinano la sicurezza generale dei prodotti e il credito al consumo.

Le nuove regole sulla sicurezza dei prodotti garantiranno che tutti i prodotti che i consumatori dell’Ue posso procurarsi tramite acquisti online o nei negozi fisici siano sicuri, indipendentemente dal fatto che provengano dall’Ue o da Paesi terzi. 

Per quanto riguarda invece la revisione della direttiva sul credito al consumo, la nuova disciplina stabilisce che le informazioni relative ai crediti debbano essere presentate in maniera chiara e adeguata ai dispositivi digitali, in modo che i consumatori capiscano quale impegno stanno assumendo con la loro firma. La direttiva dovrebbe inoltre migliorerà le norme per la valutazione del merito creditizio, ossia la capacità di un consumatore di rimborsare il credito ottenuto. L’intento è quello di evitare il problema dell’indebitamento eccessivo. Gli Stati membri avranno inoltre l’obbligo di promuovere l’educazione finanziaria e di garantire che sia messa a disposizione dei consumatori una consulenza in materia di debito.

Le proposte della Commissione saranno ora discusse dal Consiglio e dal Parlamento Ue.